DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Casa di riposo, progetto approvato


Si amplia l'ospedale di carità di Sanfront

Giovedì 5, Aprile 2018
in  Valli Po e Infernotto


SANFRONT- Il Consiglio di amministrazione dell'Ospedale di Carità ha approvato, nel corso dell'ultimo consiglio, il progetto definitivo di ampliamento della struttura. L'importo complessivo del primo lotto è pari a 1.866.000 euro, di cui 1.481.580,29 euro di lavori a base d'asta. Una somma che è lievitata con l'evoluzione progettuale.
«Il primo era il progetto di fattibilità, con importi di massima, per forza di cose ancora un po' vaghi. Poi, entrando nella fase progettuale dettagliata, abbiamo apportato alcune modifiche, non tanto dal punto di vista dell'aspetto architettonico, quanto piuttosto nell'ambito delle opere tecnologiche e di coibentazione ed i costi sono lievitati da 1.250.000 (oltre spese tecniche e Iva) a 1.481.000 (oltre spese tecniche e Iva)» spiega il presidente dell'Ospedale di Carità di Sanfront, Silvio Ferrato.
Ricordiamo che la progettazione era stata affidata ad alcuni professionisti: progetto architettonico e direzione lavori (arch. Alessandro Mellano di Cuneo e Fulvio Bachiorrini di Saluzzo); calcolo strutturale (ing. Samuele Rancurello); coordinatore sicurezza (arch. Fabrizio Nasi); geologo (Francesco Lombardo); progettazione impianti elettrici e domanda Vigili del Fuoco (Studio ing. Ferrero Cuneo); progettazione impianti idrotermici, scarichi e riscaldamento (Paolo Canavese).
E' previsto un ampliamento piuttosto consistente della struttura, che sarà ricavato nell'unica area possibile, ovvero occupando una parte (meno della metà) dell'attuale giardino. Sarà realizzata una manica ad 'L', tipologicamente simile al fabbricato esistente, in modo da integrarlo al meglio. Successivamente, come si è detto, si interverrà anche con una serie di opere di miglioria ed adeguamento dell'edificio esistente.
Con i sopra citati fondi, pari a poco meno di 1,5 milioni di euro, si realizzerà il primo lotto dell'intervento, quello che riguarda l'ampliamento verso l'esistente giardino della struttura. Aumenterà la capienza di ospiti, che passerà dagli attuali 78 ad 88, ma soprattutto sarà incrementato il livello dei servizi offerti, a beneficio degli ospiti. Sarà ricavata una camera calda al piano terreno in cui entreranno le ambulanze e le auto di coloro che porteranno in struttura gli ospiti, evitando i trasbordi da Corso Marconi; a lato della camera calda ci sarà un monta lettighe che porterà direttamente l'ospite al piano. 
Al piano terreno troverà luogo un ampio salone molto luminoso per via delle grandi aperture che daranno sulla parte restante del cortile cosicchè anche in pieno inverno gli ospiti ed i loro congiunti potranno avere uno spazio da cui godersi la vista del giardino senza uscire dalla struttura. Facente parte di tale salone sarà la cappella interna che permetterà di officiare in un luogo con grande capienza. Ad ognuno dei piani superiori un grande refettorio/salone per ogni piano garantirà spazio per gli ospiti e/o per i parenti che verranno loro fare visita.
Un intervento epocale l'ha definito il presidente dell'Ente: «che si riuscirà a realizzare, in modo pressoché esclusivo, grazie ai benefattori, in quanto ormai non vi sono più contributi per tali interventi» sottolinea il presidente Silvio Ferrato.
Nel frattempo il Consiglio di amministrazione dell'Ospedale di Carità ha approvato alcuni altri interventi sul fabbricato. Si procederà alla pulizia di una serie di infissi, mentre per altri (nella parte centrale storica dell'edificio) si renderà necessaria la sostituzione. Si sta inoltre valutando di sostituire una parte degli infissi risalenti agli anni Settanta, che sono ammalorati.
«Verranno installati serramenti in pvc. La pulizia dei serramenti ancora in buono stato è stata affidata alla ditta Claudio Seimandi di Robella, compresa la pulizia del portoncino storico di ingresso da Corso Marconi. La realizzazione dei nuovi serramenti in legno è stata affidata alla ditta Marco Paseri di Mombracco di Sanfront, mentre per i serramenti in pcv o alluminio stiamo analizzando i vari preventivi pervenuti» aggiunge Silvio Ferrato.
d.i.

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento