DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Come riconoscere la disfagia


Giovedý 27, Settembre 2012
in  La Memoria del Cuore



DOMANDA: Vorrei saper cos'è la disfagia, quali sono i segni per riconoscere se mia madre ne soffre e cosa fare in tal caso?



Risponde Mirella Sismondi, logopedista.



Per disfagia si intende qualsiasi disturbo nella progressione del cibo dal cavo orale allo stomaco.


La disfagia puó essere associata ad un grande numero di condizioni neurologiche quali ad esempio trauma cranico, ictus, sclerosi laterale amiotrofica, morbo di Parkinson e demenza di Alzheimer.


Nella Malattia di Alzheimer, in fase terminale, la disfagia è presente in percentuali altissime e con forte rischio di mortalità dovuta a polmonite ab ingestis. E' pertanto fondamentale che chiunque operi e presti assistenza negli ospedali, al domicilio e in ambienti di comunità, sappia riconoscere i primi segni di una deglutizione alterata e quando necessario, segnali il caso al medico foniatra o al logopedista per ulteriori osservazioni. Per evitare rischi di aspirazione, l'assunzione orale deve essere negata fino a che un appropriato professionista sanitario abbia intrapreso la valutazione.


I segni e sintomi di Disfagia sono:


Generale


difficoltà nel gestire le secrezioni orali o sbavature; assenza o debolezza di tosse o deglutizione volontaria; modificazione di qualità/tono della voce (voce gorgogliante); diminuzione dei movimenti della bocca e della lingua; lingua protrusa, riflessi orali primitivi;


schiarimenti di gola frequenti;


igiene orale insufficiente; cambiamenti della modalità di alimentazione; rialzo di temperatura nel tardo pomeriggio; perdita di peso e/o disidratazione; frequenti infezioni toraciche.


Quando mangia o beve


- lentezza ad iniziare una deglutizione e/o ritardo a deglutire (oltre 5 sec);


- masticazione o deglutizione non coordinate;


- deglutizioni multiple per ogni boccone;


- impacchettamento del cibo nelle guance;


- rigurgiti orali e nasali di cibo/liquidi;


- prolungamento del tempo del mangiare/bere;


- tosse o starnuti durante/dopo l'alimentazione;


- sensazione di corpo estraneo in gola.


Qualora il malato possa nutrirsi per via orale è importante che l'alimentazione sia intrapresa in accordo con le tecniche specifiche raccomandate o insegnate dal logopedista o dal medico esperto.


La persona deve essere posizionata:


- se allettata, con busto inclinato a 70°-90° e gambe flesse, testa e collo appoggiati, capo flesso anteriormente;


-se seduta, con comodo sostegno degli avambracci e piedi appoggiati, tronco in linea mediana, testa leggermente flessa in avanti.


Accorgimenti da adottare durante la somministrazione del pasto: procedere lentamente, con piccole quantità alla volta e solo se il boccone precedente è stato deglutito.


Il paziente potrà parlare solo sospendendo il pasto e dopo aver ripulito la gola con qualche colpo di tosse e qualche deglutizione a vuoto. La persona con rischio di aspirazione non deve bere mentre mangia. Puó bere prima, dopo o lontano dai pasti. Il paziente ad intervalli regolari deve controllare la presenza di eventuali residui di cibo in faringe emettendo due o tre colpi di tosse. Deglutire la saliva dopo ogni colpo di tosse.


Interventi specifici da adottare con individui affetti da demenza: orientare l'individuo nell'ambiente circostante; predisporre un ambiente tranquillo, per mangiare senza interruzioni; utilizzare rinforzi verbali e visivi e/o incitamenti ripetuti;


rimuovere cibi/utensili inutili, per evitare distrazioni; se l'individuo ha difficoltà a concentrarsi, fare pasti meno abbondanti e più frequenti; per le persone con deficit di memoria preparare delle indicazioni scritte sulla consistenza e quantità del cibo e sulle modalità di assunzione.


Alimenti da evitare


Liquidi (salvo diversa indicazione); Pastina in brodo; Minestrone con verdure in pezzi; 'Zuppe' (di latte, di brodo); Cibi frammentabili; Frutta secca; Riso al dente-Legumi

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)