DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Domenica 18 marzo 2018


Giovedì 15, Marzo 2018
in  Il Vangelo della Domenica


Il vangelo di domenica prossima è un brano alquanto strano, poiché alla richiesta di alcuni greci di vedere Gesù, riportata dai discepoli, il Signore sembra non interessarsi ma comincia a fare un lungo monologo sull'ora, sul chicco di grano, sul servizio. Ma ad una lettura più attenta possiamo vedere come queste siano esclamazioni di gioia per un disegno che sta per realizzarsi e di cui oramai Gesù possiede tutti gli elementi.
La richiesta dei greci, per Gesù, è infatti quel tassello che manca per completare il disegno della volontà del Padre: che tutti gli uomini siano salvi! Fino ad allora, infatti, gli interlocutori di Gesù erano stati dei giudei della Palestina, 'persone di casa'. Ora invece l'orizzonte si allarga con l'esplicitazione del desiderio da parte di 'stranieri'. 
Fino ai confini della terra è giunta la sete di Dio, e quindi Dio puó ora operare la salvezza, puó compiere la sua opera: 'È giunta l'ora... quando saró innalzato attireró tutti a me!' esclama Gesù! Un'esclamazione di gioia, di amore anche se gli costerà la vita! 
E che tutti siano chiamati alla salvezza è una consapevolezza che accompagna la fede della Chiesa! Il giovedì santo, per esempio, alla messa crismale- ove vengono benedetti gli olii dei catecumeni, degli infermi ed il crisma - vi è la manifestazione di ció che è la Chiesa: il popolo di Dio insieme ai ministri ordinati si riunisce attorno al vescovo, ma nel benedire gli olii per i malati e per i catecumeni, si intende affermare che la Chiesa non è pienamente popolo di Dio, senza quella porzione di umanità che non è lì presente fisicamente, ossia i malati che non possono assistere alla celebrazione e tutti coloro che ancora non credono in Dio! Il Signore desidera che TUTTI gli uomini siano salvi e questo desiderio appartiene e deve appartenere al cuore di ogni credente! Ogni uomo è nostro fratello, ogni uomo è amato da Dio, ed è questo lo sguardo che dobbiamo assumere!
Per realizzare questa salvezza, Cristo si abbandona fiduciosamente al Padre, che dispone i tempi e i luoghi. Come il chicco di grano deve cadere nel grembo fecondo della terra perché possa donare vita, così Gesù si abbandona fiduciosamente nelle mani tenere del Padre accettando che sia Lui a stabilire tempi e modi perché la Sua volontà si compia.
Sul suo esempio, anche noi siamo chiamati a muovere i nostri passi, mettendo a tacere ogni nostro desiderio di voler condurre noi i 'giochi'. Ed in una profonda obbedienza al quotidiano, con uno sguardo attento ai segni che Dio lascia lungo il nostro cammino, siamo invitati a contemplare con stupore le meraviglie che Lui opera, e a collaborare al Suo disegno di salvezza aderendovi con disponibilità e generosità. Chiamati a servire e ad amare lì dove ci troviamo. Con questa speranza e con questa fiducia nell'opera di Dio che si compie in noi e nei nostri fratelli, prepariamoci ad entrare con Gesù nel cuore della nostra fede, la Pasqua.

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento