DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Domenica 21 gennaio 2018


Giovedì 18, Gennaio 2018
in  Il Vangelo della Domenica


C'è un momento nella storia della salvezza quando il tempo si compie ed una Parola prende carne per la salvezza dell'uomo: Gesù Cristo. 
E c'è un momento nella storia di ciascuno di noi quando i tempi si fanno maturi perché siamo raggiunti da una Parola, che ci genera alla vita e che ci fa intraprendere nuovi cammini. 
E il Vangelo di domenica prossima ci parla di un tempo maturo nel quale il Signore puó cominciare a consegnare delle parole, e quelle che la liturgia ci proporrà sono le prime parole che l'evangelista Marco mette sulla bocca di Gesù. 
 Forse in queste parole potremmo intravvedere il programma che Gesù propone a chi incontra, a tutti coloro ai quali rivolge le sue parole, come se fosse un annuncio di un 'tema' che poi 'svilupperà' lungo tutto il corso del suo ministero. E questo programma lo potremmo cogliere nelle tre parole: 'il tempo è compiuto... convertitevi e credete al Vangelo... seguitemi'
Innanzitutto 'il tempo è compiuto'. Vi è una pienezza di tempo che ci è offerto, ed è il tempo che è abitato dal Signore. Nulla ci manca, tutto ció di cui abbiamo bisogno ci è donato. E questa pienezza di tempo è l''oggi' che ci è offerto. 'Questo è il momento favorevole, questo è il giorno della salvezza' (2 Cor 6,2) ci direbbe san Paolo. Per i discepoli che Gesù incontra, l''oggi' in cui passa è l''oggi' delle occupazioni quotidiane, alcuni intenti alla pesca, altri a riassettare le reti. Per noi sarà la semplice quotidianità fatta di tante cose ... lì è il luogo della pienezza, il luogo dove Dio abita, sembra volerci dire il Signore. Non esiste un tempo 'ideale' per incontrare il Signore, non esistono condizioni eccezionali- che mai si realizzeranno - per poter cominciare un cammino... il tempo della pienezza è l'oggi. 
Una seconda parola è 'convertitevi e credete al Vangelo'. L'invito a girarsi, a muovere i propri passi su strade che invece di disperderci vanno all'essenziale della nostra vita. L'invito a invertire la rotta, che piuttosto che portarmi al centro delle mie esigenze, del mio io, mi sprona a correre verso le 'periferie', dove il contatto con l'altro, con il diverso è possibile ed è vitale. Convertirsi è cambiare rotta assumendo la logica del Vangelo, credendola vitale per me e per chi mi è accanto.   
Una terza parola che il Signore ci consegna è 'Seguitemi'. L'invito a muovere i nostri passi dietro i sui passi. Assumere la stessa andatura, mite ed umile, ma, al tempo stesso, determinata e coraggiosa. Seguirlo è condividere il suo stesso stile, la sua stessa vita, la sua stessa passione per l'uomo, il suo stesso amore per Dio Padre e per i fratelli. Per questo seguirlo è percorrere incessantemente le pagine del Vangelo, i Suoi gesti, le Sue parole, per farle divenire la nostra preghiera continua, preghiera del cuore, perché diventino per noi parametro del nostro agire, griglia di lettura della nostra vita. 
Buona domenica!

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento