DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Domenica 3 giugno 2018


Venerdì 1, Giugno 2018
in  Il Vangelo della Domenica


Domenica prossima festeggiamo il dono grandissimo che il Signore, prima di salire alla destra del Padre, dopo aver compiuto la sua missione salvifica, ha lasciato alla sua Chiesa. Certo, liturgicamente e come parte del mistero della Redenzione, abbiamo celebrato questo momento della vita del Salvatore e il suo dono il Giovedì Santo; e la solennità di domenica potrebbe sembrare un doppione fuori posto; ma essa si inserisce in un contesto in cui, dopo aver celebrato tutti i misteri della salvezza, la Chiesa si ferma per vivere e celebrare, meditare e ringraziare, adorare e gustare, le realtà nascoste rivelate dalla vita di Gesù, che ci ha aperto spazi immensi di gioiosa contemplazione. La settimana scorsa era la festa della Santissima Trinità, meraviglia inconcepibile, sulla quale abbiamo osato alzare un pochino il velo per conoscere che Dio è Amore. Oggi la festa è quella della presenza che Dio, e il Dio Incarnato, Gesù, ha sempre promesso all'umanità: Dio con noi. Saró con voi fino alla fine del mondo. Il Dio innamorato della sua Creatura vuole rimanerci accanto e per questo la fantasia del suo cuore ha inventato molti mezzi e molti modi. È la Presenza del Salvatore, nel mistero della sua vita interamente data per noi, fino al sacrificio supremo, fino al perdono misericordioso che riapre le porte della gioia eterna, gioia di essere con lui e contemplare la sua bellezza, la bellezza del suo volto innamorato, la bellezza del suo volto splendente di ogni bontà. Questo è una caparra di ció a cui siamo predestinati. Abbiamo ricevuto lo Spirito Santo, che ci divinizza e ci rende capaci di rimanere in contatto con Dio e riceviamo il Corpo e il Sangue del Salvatore, cioè la sua vita, la sua Persona, il mistero di ció che ha vissuto per noi.
Gesù ha offerto il suo Corpo e il suo Sangue; ma perché questa offerta fatta una volta per tutte, fosse messa nelle mani dei suoi discepoli, i quali potessero continuare, e rendere presente, questa offerta, diede loro del Pane e del Vino come Sacramento, segno vivo e vero, del suo Corpo offerto sulla Croce per la remissione dei nostri peccati e del suo Sangue versato come segno dell'amicizia, dell'alleanza nuova ed eterna, sigillata non più versando sangue di animali, come l'antico rito ebraico e molti riti pagani, ma sangue versato da lui una volta per tutte. Fate questo in memoria di me. La Chiesa ha ricevuto questo dono e questo mandato e traversa lo spazio e i tempi continuando ad annunciare quanto Dio ci ha amati e a portare la presenza del Salvatore. Oggi noi cantiamo le lodi di Colui che ci ha tanto amati. È giusto per questo fermarci nel nostro cammino per gustare ed adorare il Signore; accogliere il mistero-sacramento in cui ci uniamo intimamente a lui, più intimamente di quanto possiamo unirci alla persona più amata. 
Buona domenica!

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento