DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Domenica al Roccolo


Riapre il Castello buschese

Giovedì 3, Maggio 2018
in  Valle Maira


BUSCA- Dopo il letargo invernale, a partire da domenica 6 maggio riapre il castello del Roccolo, che sarà visitabile per tutta l'estate e parte dell'autunno, fino ad ottobre, due domeniche pomeriggio al mese, dalle 14,30 alle 19. Da due anni, dopo la liquidazione dell'associazione Marcovaldo (che era stata artefice del recupero e della fruizione pubblica dell'edificio), è l'associazione locale Castello del Roccolo, fondata ad hoc, a gestire il sito.
A maggio, mese di eventi per Busca, oltre, alle due aperture di domenica 6 e 22, sono previste due giornate extra di visita realizzate in collaborazione con alcuni enti e realtà locali. Domenica 13 maggio il castello ed il parco saranno aperti dalle 10 alle 18 con orario continuato nell'ambito della giornata di 'Castelli aperti' e l'ultima domenica del mese, il 27 maggio, sarà possibile visitare il sito in occasione della Fiera di Maggio organizzata dai commercianti di Assoimprese Busca che offrirà il servizio di navetta gratuita dal centro storico al castello.
Il nome Roccolo deriverebbe dai 'roccoli', le reti impiegate per la cattura degli uccelli di piccola taglia: il castello fu realizzato a partire dal 1831 per volere del marchese Roberto Tapparelli d'Azeglio (fratello del diplomatico Massimo e padre di Emanuele, benefattore della città di Saluzzo) e della consorte Costanza Alfieri di Sostegno ed é espressione dello stile 'revival neo-medievale'. Tra gli alti alberi spunta un'inconfondibile torre a merli ghibellini, stretta tra le scuderie dall'aspetto tipicamente medievale e la piccola corte interna ornata in cotto da elementi di natura moresca. La facciata principale è racchiusa tra due torri circolari e si accede all'interno attraverso un elegante scalone a tenaglia. Sul retro è conservata una minuscola cappella con gli stalli del coro del XVI secolo, acquisiti dallo stesso marchese dalla cappella marchionale di Revello. Il castello é immerso in un vasto parco con esemplari di sequoia americana, leccio, liriodendro, faggio rosso, osmanto e lauroceraso accanto alle più comuni varietà di acero, tiglio, ippocastano e tasso. Nella parte antistante ci sono alcune panoramiche terrazze, un lago, grotte, ponti, fontane, balaustre ed un elegante edificio vetrato adibito a serra.
Il biglietto d'ingresso, comprensivo della visita guidata, costa 5 euro (gratuito per i residenti buschesi e i bambini sotto i 6 anni, ridotto 3 euro fino a 14 anni, sopra 65 anni, per soci Acli, Abbonamento Musei, Touring Club Italia). È possibile prenotare visite in altri giorni per gruppi organizzati e nel periodo scolastico. Per informazioni 349/5094696 o scrivere a info@castellodel roccolo.it, oppure www. castellodelroccolo.it.

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento