DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Il dramma di Allio


IMPRENDITORE DI ORIGINI PAESANESI UCCISO IN VENEZUELA

Giovedý 2, Marzo 2017
in  Valli Po e Infernotto


PAESANA- Il paesanese Bruno Allio è stato assassinato a Maracaibo, in Venezuela. La notizia è rimbalzata in paese nella giornata di sabato 25 febbraio, e da quel momento incredulità e costernazione hanno pervaso gli animi dei paesanesi.
Bruno Allio, infatti, pur essendo in Venezuela dal 1979, era molto conosciuto in paese, dove tornava ogni anno per far visita ai suoi famigliari (proprio nel luglio del 2016 si era spenta la mamma), e dove in molti lo ricordano con grande affetto; la sua ultima visita a Paesana risale proprio all'estate 2016, quella Paesana (dove aveva vissuto la sua fanciullezza e la sua gioventù, in borgata Allemagna) che probabilmente era, nei suoi pensieri, la 'meta finale' dove trascorrere la sua pensione, terminato il periodo lavorativo.
Purtroppo le cose sono andate in maniera molto diversa, e Bruno ha trovato la morte, all'alba di venerdì 24, assassinato da due sicari che si erano introdotti nella sua auto.
Le indagini lampo hanno peró portato ad una verità sconcertante: a pianificare il delitto sarebbe stato il primogenito di Bruno, Santiago (il figlio più giovane, Diego, insieme all'ex moglie, risiedono da anni nell'Italia centrale).
Il movente sarebbe da ricercare nella futura eredità dell'imprenditore paesanese, un'eredità che Santiago avrebbe visto minacciata (almeno in parte) dalle prossime 'seconde nozze' di Bruno, con una funzionaria di un ministero locale.
La sorella Giancarla, residente a Paesana con la famiglia, dopo aver contattato il Consolato e la Farnesina sta faticosamente attendendo che vengano espletate tutte le complesse procedure burocratiche per riportare la salma a Paesana. «Mi sto battendo, con tutte le mie forze, per far tornare mio fratello a casa».
In attesa di ulteriori sviluppi, giovedì, alle 20.30, nella parrocchia di S. Margherita verrà recitato il rosario in suffragio di Bruno: «Guardiamo al cuore dei nostri figli- è l'accorato appello di Giancarla -. Cerchiamo di leggervi dentro, cerchiamo di recuperare i valori, perché non abbiano a succedere simili tragedie, perché la morte di Bruno non sia stata vana».
enrico miolano

Altro servizio sull'edizione in edicola

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)