DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

In un condominio di Saluzzo


OTTO VERANDE ABUSIVE

Giovedì 11, Gennaio 2018
in  Saluzzo


SALUZZO- 8 verande abusive in un condominio della zona di Maria Ausiliatrice. Questo il risultato di una serie di controlli dell'ufficio urbanistica del Comune di Saluzzo, dopo l'esposto di un condomino, che lamentava un'irregolarità diffusa sugli appartamenti del suo palazzo.
«Nel 1998- spiega Carlo Galletto- ho presentato domanda per ottenere la concessione edilizia per la trasformazione di un balcone in veranda, a cui è stata concessa autorizzazione pagando i relativi oneri, comportandomi un aumento della rendita catastale da 5 a 5,5 vani con maggiori oneri per Tasi e Imu e tassa rifiuti».
La segnalazione in Comune arriva anni dopo, in seguito alla scoperta che gli alloggi con veranda nel palazzo non presentano lo stesso incremento della rendita catastale.
«Stiamo verificando il caso- spiega Adriano Rossi dell'ufficio urbanistica -; le pratiche edilizie sono nominative, quindi è necessario controllare che negli ultimi 50 anni non ci siano state domande da parte dei proprietari».
I controlli sono ancora in corso, ma i primi dati sembrerebbero dare ragione alla tesi di Galletto, tanto che alcuni casi sarebbero già oggetto di sanatoria.
L'irregolarità edilizia, qualora venisse accertata definitivamente, potrebbe aprire anche un fronte tributario, visto il mancato pagamento delle tasse in tutti questi anni. A Saluzzo esiste un problema verande?
«Direi proprio di no- dice Rossi- gli accertamenti da parte del nostro ufficio sono capillari e avvengono su ogni pratica edilizia presentata in Comune, con indagini anche sul pregresso». 
Cosa prevede la normativa per le verande?
«Ad eccezione del centro storico, dei caseggiati agricoli della collina e delle aree ad impianto storico, è possibile costruire una struttura non prospiciente alla via pubblica. Il permesso è rilasciato per gli edifici su cui il piano regolatore ammette un ampliamento del 20% del fabbricato. Le verande costituiscono un volume soggetto a permesso di costruire e prevedono il pagamento degli oneri e dei costi di costruzione».
Costruire senza permesso è un illecito non solo amministrativo. Se l'abuso è scoperto prima dei 4 anni dalla fine dei lavori, si puó anche andare incontro ad un procedimento penale.
fabrizio scarpi 

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento