DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

La Granja ad Henrique


Ha preso il posto di don Angelo a Palmares

Giovedì 14, Giugno 2018
in  Saluzzo


«È un'emozione indescrivibile vedere bambini che hanno sofferto i maltrattamenti e la fame diventare padri e madri attenti nel dare ai figli quello che loro non hanno ricevuto». Sono le parole entusiaste di Henrique Lima Silva, attuale coordinatore delle attività presso la missione diocesana di Palmares in Brasile e presidente dell'associazione locale Aspp (Açao social paroquia Palmares). 
Henrique prosegue, nel segno della continuità, l'opera di don Angelo Vincenti, recentemente tornato in Italia, dopo 26 anni trascorsi nel continente sudamericano. 
«Il lavoro di Palmares continua ed io continueró a seguirlo, seppure a distanza, attraverso le nuove tecnologie - commenta don Angelo -. Grazie a whatsapp potró comunicare con Henrique tutte le volte che sarà necessario a costo zero. Ci scambieremo documenti via internet ed io proseguiró il mio compito con i progetti sociali legati ai finanziamenti degli organi pubblici brasiliani e degli organismi internazionali. Ho la serenità di aver lasciato la missione di Palmares nelle mani di un'équipe preparata». 
A dirigere il gruppo di lavoro oggi c'è Henrique Lima, 44enne brasiliano, agrotecnico con una specializzazione in amministrazione aziendale, sposato con Wogna dalla quale ha avuto i figli Victor Henrique 20 anni e Marcus Venecius 17, che fin da piccoli hanno conosciuto la realtà dove lavora il padre e hanno condiviso anche momenti di svago con i piccoli ospiti. 
Quando è iniziata la collaborazione con la Granja?
«Nel 1996, sono stato chiamato ad occuparmi degli allevamenti e tenevo i corsi di formazione che la missione aveva istituito per i meninos, ma anche per i figli degli agricoltori della regione. Inoltre, fornivo l'assistenza tecnica alle infrastrutture (tre mulini per la farina, dodici impianti di irrigazione e due allevamenti di pesci) costruite con i fondi ottenuti dall'associazione missionaria locale». 
Allora Henrique  aveva 22 anni e ha trascorso metà della sua vita al fianco dei meninos e di don Angelo divenendo uno dei suoi più stretti collaboratori. Lo incontriamo a Verzuolo dove è stato ospite nel salone san Filippo per fare il punto sui progetti dedicati a Palmares. 
Sorride quando gli chiediamo di parlarci del suo rapporto con il sacerdote verzuolese: «Qualche volta si arrabbia!», ma subito rettifica: don Angelo è un padre per tutti, per gli operatori e per i minori che sono ospiti delle strutture. E come tutti i padri, deve saper affrontare con risolutezza i problemi».
Le difficoltà non mancano in un Paese come il Brasile soffocato dalla fame, viziato da corruzione e omertà dove la classe politica considera secondarie situazioni, co-me quella dei minori abbandonati e maltrattati, perché non portano voti.
Come riuscite a scalfire il muro di indifferenza?
«Lavorando duramente ogni giorno.  Oggi possiamo contare anche sulla rete dei servizi sociali istituzionali e le nostre case famiglia (Granja ed Heleninha) ospitano circa un'ottantina di ragazze e ragazzi di età compresa tra 0 e 18 anni. Ogni caso è una storia che ti rapisce il cuore. Si potrebbe scrivere un libro per ciascun bambino. Ci é capitato anche di essere minacciati da una coppia di narcotrafficanti a cui il giudice aveva tolto il figlio minorenne, affidandolo alle nostre case».
Oltre alle case famiglia, ci sono anche un centro diurno per 150 bambini che frequentano la materna, e laboratori di agricoltura, falegnameria, cucito, artigianato, informatica per la formazione professionale degli apprendisti da avviare al mondo del lavoro. Numerose sono le attività di doposcuola e ricreative frequentate, nel corso degli anni, da migliaia di giovani.
La realizzazione di tanti e ambiziosi progetti è possibile grazie al contributo di privati, aziende e organizzazioni locali e internazionali. Dall'Italia, gli aiuti arrivano tramite una capillare attività di raccolta fondi che l'associazione 'Dal Monviso al Brasile' promuove per contribuire a mantenerne le strutture e il personale educativo.
La missione rappresenta una realtà di vitale importanza per la gente di tutto lo stato del Pernambuco. 
kizi blengino

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento