DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

La mostra della settimana


Mercoledý 13, Dicembre 2017
in  Acchiappamostre


'Fausto Melotti. Quando la musica diventa scultura'è la nuova imperdibile mostra organizzata dalla Fondazione Cosso presso il Castello di Miradolo, visitabile sino all'11 febbraio 2018. Artista poliedrico, Fausto Melotti (Rovereto 1901- Milano 1986) è stato uno dei protagonisti dell'arte del Novecento. La mostra, curata da Francesco Poli e Paolo Repetto, sottolinea i due principali aspetti della ricerca di Melotti: i temi connessi alla sua profonda ispirazione musicale e con valenze più narrative, mitiche, favolistiche. Attraverso l'esposizione di oltre 80 opere - dalle ben note sculture in ottone e acciaio, alle raffinatissime ceramiche e alle opere dipinte, prevalentemente tecniche miste su carta (e anche su pannelli in gesso) - il percorso espositivo, che si sviluppa in quattordici storiche sale del Castello, illustra il suo iter creativo, anche grazie ai suoi bellissimi pensieri ed aforismi. Una sezione centrale intitolata Assonanze, lo vede dialogare con opere di vari grandi artisti, tra cui Fortunato Depero, Arturo Martini, Giorgio de Chirico, Giorgio Morandi, Paul Klee, Vassili Kandinsky, Joan Mirˇ, Alexander Calder, Lucio Fontana, Osvaldo Licini, Atanasio Soldati, Ezio Gribaudo. Il progetto artistico Avant-dernière pensée propone in occasione di questa mostra una propria riflessione sull'arte di Melotti, la musica e il tempo, presentando una splendida inedita installazione sonora, insieme ad una suggestiva narrazione temporale attorno ad alcune sculture, protagoniste di un disegno di luci in movimento. Orari: venerdì, ore 14/18.30, sabato, domenica e lunedì, ore 10/18.30.

Le altre mostre

Presso il Museo della Ceramica di Mondovì (Palazzo Fauzone di Germagnano, Piazza Maggiore 1), è visitabile la mostra 'Il caso Manet. Indagini sul Signor Arnaud a cavallo della GAM di Milano', ultimo grande appuntamento culturale organizzato dalla Fondazione CRC per festeggiare il suo 25° anno di nascita. La rassegna, un'anteprima mondiale assoluta, porta in provincia di Cuneo un grande dipinto del noto pittore impressionista francese Edouard Manet (1832-1883) 'Il Signor Arnaud a cavallo', a seguito delle indagini scientifiche appena realizzate dal Centro Conservazione e Restauro 'La Venaria Reale'. La mostra presenta il progetto di studio attualmente in corso sull'opera, di proprietà della Galleria d'Arte Moderna di Milano, per provare a spiegare quando e come, dopo la morte di Manet, il dipinto sia stato modificato; il percorso espositivo accompagna il visitatore con una serie di pannelli esplicativi che raccontano la storia dell'opera e le diverse fasi della ricerca. Sino a domenica 17 dicembre, orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 18, il sabato e la domenica dalle 10 alle 18. L'ingresso è libero. Info: 0174/40389 e 0174/559365.

'Lucio Fontana e l'annullamento della pittura - Dal Gruppo Zero all'arte analitica' è il titolo della mostra allestita a Palazzo Salmatoris, a Cherasco, visitabile sino al 14 gennaio 2018. Allontanatosi dalla tradizione pittorica classica, Fontana sperimentó tecniche innovative, quali l'uso del monocromo e di materiali come vetro, plexiglass e acciaio, scelti per esaltare la luce, il movimento e il cambiamento nel concetto di spazio. In esposizione, oltre ad una ventina di capolavori dell'artista, si affiancano circa ottanta opere di una quarantina di artisti, tra cui Piero Manzoni, Agostino Bonalumi, Guenther Uecker, Otto Piene, Heinz Mack, Adolf Luther, Paolo Scheggi, Dadamaino, Enrico Castellani, Gianfranco Pardi, Mimmo Rotella e Arman, al fine di documentare la straordinaria avventura artistica del Gruppo Zero. Movimento nato in Germania alla fine degli anni Cinquanta del Novecento e poi diffusosi in tutto il mondo nel segno di una rottura definitiva con i dogmi della pittura, alla ricerca di una nuova libertà creativa, un 'ripartire da zero' che diede vita ad una nuova poetica orientata alla libera creatività e con molti punti di contatto con l'elettromeccanica, la cinetica e l'elettromagnetismo. Orari: da mercoledì a domenica ore 9.30-12.30 / 15-19. Ingresso: biglietto intero 8 euro, ridotto 5. Info: 0172.427050.

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)