DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

La rottamazione delle cartelle Equitalia


Giovedý 10, Novembre 2016
in  Consulenza legale


L'articolo 6 del D.L. 22 ottobre 2016 n. 193 prevede la possibilità, per il contribuente che presenta apposita istanza entro novanta giorni dall'entrata in vigore del decreto e paga nei termini le somme dovute, di fruire di una rottamazione dei ruoli. I benefici, specie per i debitori che hanno carichi di ruolo in giacenza da diversi anni o che sono stati destinatari di atti irrogativi di sole sanzioni, sono consistenti, in quanto si prevede, in automatico, lo stralcio degli interessi di mora e delle sanzioni amministrative.
Da alcuni giorni sono stati resi disponibili sul portale www.gruppoequitalia.it i prospetti del modello di adesione e le modalità di presentazione per la rottamazione dei ruoli affidati all'Agente della riscossione nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2015.
Per come è formulata la norma, essa riguarda una significativa platea di contribuenti, posto che la sanatoria prescinde dall'ente titolare del credito, riferendosi, in maniera assolutamente generale, ai 'ruoli', formati pertanto da ogni ente impositore, sia pubblico che privato (Agenzia delle Entrate, enti locali, INPS, INAIL, Casse di previdenza professionale...).
A seguito della rottamazione non risultano più dovute le sanzioni iscritte a ruolo, a prescindere dalla loro natura e dall'ente impositore, ed i relativi aggi. Addirittura, chi ha ruoli consegnati dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015 relativi a sole sanzioni (anche molto ingenti), non paga più nessun aggio e si trova a dover corrispondere solo le spese di notifica della cartella di pagamento.
Per ridurre gli adempimenti dei contribuenti interessati alla definizione agevolata delle cartelle, l'istanza puó essere presentata in forma cartacea agli sportelli Equitalia oppure attraverso la posta elettronica certificata (PEC) della Direzione Regionale di Equitalia Servizi di riscossione di riferimento, allegando copia del documento di identità.
La domanda deve essere presentata entro il 23 gennaio 2017 ed entro il 24 aprile 2017 (cioè 180 giorni dalla data di entrata in vigore del Dl 193/2016) sarà la stessa Equitalia a comunicare l'ammontare complessivo delle somme dovute, da pagare in unica soluzione oppure in quattro rate (a seconda della richiesta di pagamento allegata). Una volta ottenuta la rottamazione, bisognerà stare attenti ad onorare le scadenze prefissate, in quanto, in caso di mancato pagamento anche di una sola rata, l'ente di riscossione richiederà il pagamento di quanto dovuto in un'unica soluzione, inclusi sanzioni ed interessi.
dott. Marco Ballatore

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)