DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Panna cotta


Giovedì 15, Marzo 2018
in  Cucina Piemontese


Questo è un dolce semplice, chiamato 'Dolce al cucchiaio', 
la sua difficoltà è praticamente nulla. 
La grande commercializzazione di questo genere di prodotto a livello industriale è dovuta alla semplicità nella sua realizzazione, nella semplicità della conservazione, ma soprattutto alla pigrizia nella gente nel cucinare e, purtroppo, al poco tempo imposto dai ritmi di vita.

Preparazione
In un pentolino metterete i fogli di colla di pesce spezzettati con il latte intero e fate sciogliere lentamente a fiamma moderata. In una pentola mettete la panna e lo zucchero semolato fine e con un cucchiaio di legno mescolate affinché lo zucchero sciolga perfettamente. 
Quando la colla di pesce è totalmente sciolta aggiungete al composto della panna. 
Dovete cuocere i due composti lentamente e portare a bollore per due volte, cioè porterete a bollore, poi farete raffreddare leggermente stemprare per poi nuovamente portare a bollore. Questa operazione viene fatta dai professionisti perché l'effetto della colla di pesce avvenga su tutto il composto e soprattutto rassodi anche su piccolissime dosi tipo su cucchiaini o cucchiai.
Lo stampo, se desiderate la classica panna cotta, sarà coperto al fondo di caramello fatto in precedenza, ma è anche ottimo con sciroppo d'amarena, di rose, di ciclamino, di lavanda, ecc, ed in questi casi lo stampo una volta ricoperto al fondo deve essere messo in un pozzetto refrigerante e portato ad una temperatura negativa di meno 10° per almeno 10 minuti e poi per tutte le preparazioni versare all'interno sopra ad un cucchiaio rovesciato il liquido bollente della panna. 
Questa operazione è basilare per la buona riuscita senza accusare la maculazione del dolce al cucchiaio.
Il dolce deve essere messo in frigorifero ad una temperatura +2° per almeno due orette prima di portarlo in tavola. 
Se desiderate potete sezionare, dopo avere rovesciato lo stampo sopra un vassoio d'acciaio e precedentemente messo al freddo, in trance e poi decorarle con ciuffetti di panna fresca montata e decorarli con violette candite (l'arte antica della pasticceria piemontese), con piccole decorazione realizzate in cioccolato fondente oppure con piccolissime quantità di confettura di rosa canina.
Un dolce semplice che potrà essere maggiormente esaltato dalla vostra fantasia e capacità d'abbinamento.

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento