DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Psicoterapia e disturbi organici somatoformi


Giovedì 8, Settembre 2016
in  Libera-Mente


'Non capisco come sia possibile. Sono arrivato qui senza speranze e con una dermatite alla mani non di natura allergica, né causata da contatto con sostanze particolari. Ero disperato perché, oltre al disorientamento da parte dei medici riguardo alle cause dopo vari esami, né gli antistaminici, né le pomate erano riuscite ad alleviare i sintomi.
Quando mi è stata suggerita una psicoterapia ero scettico. Mi chiedevo come potessero una serie di colloqui andare ad agire su un problema organico come il mio. Ci ho provato e mi sono accorto di quanto fosse necessario fermare tutto e fare il punto. Trovare un tempo e uno spazio per me da cui stavo fuggendo da troppo tempo per la paura; il timore di  rendermi conto ed accettare quanto la mia vita mi stesse stretta.
Ho avuto la possibilità di riconoscere rabbie che ho evitato nel tempo per il carattere docile che tutti hanno sempre riconosciuto in me. Le ingiustizie che ho subito dalla mia famiglia riguardo all'azienda non mi sono mai andate giù. Ho semplicemente smesso di dare loro importanza, ma hanno gridato dal corpo.
È stata una delle esperienze più liberatorie della mia vita rendermi conto di quanto avessi bisogno di urlare il mio disappunto, di battere i pugni sul tavolo e dire basta! Ci sono anch'io! Ho il diritto di ricevere ció che mi sono meritato a fatica!
Forse le cose non sono andate davvero come avrei voluto, ma la mia vittoria è stata quella di mettere al centro la mia indignazione, le mie emozioni, me stesso.
La mia dermatite? Col tempo ha cominciato a dare segnali di cedimento fino a scomparire del tutto dopo il mio sfogo e la decisione di andarmene da una famiglia incapace di riconoscermi per ció che sono. Adesso non sono più solo'.
Com'è possibile tutto questo? Come puó la parola toccare la carne a tal punto da risolvere sintomi profondamente radicati nel corpo?
La psicoterapia, in realtà, è molto più che parola, ma relazione trasformativa capace di agire su meccanismi cerebrali che, in molte situazioni, sostengono anche sintomi di natura somatoforme. Ci sono una molteplicità di disturbi organici: da quelli gastro-intestinali a quelli dermatologici, dalle forme di dolore cronico a quelli ad apparente eziologia neurologica, la cui causa è esclusivamente psicogena. È sempre prioritario escludere ogni possibile motivazione organica con esami approfonditi, ma in molte situazioni, laddove la medicina non possiede gli strumenti di intervento, puó giovare il lavoro in sinergia con la psicoterapia.
La psico-neuro-endocrino-immunologia sta dimostrando scientificamente la circolarità dei processi del corpo umano. Esistono mediatori chimici denominati citochine in grado di agire sui meccanismi cellulari mettendo in comunicazione sistemi differenti che, fino a non molto temo fa, si credeva agissero autonomamente. Questo spiega, ad esempio, come sia possibile che in situazioni di forte stress emotivo legati a cambiamenti, lutti, traumi, ingiustizie subite come quella sopra citata, ecc... Il sistema limbico neurale comunichi lo stato di impotenza emotivo a quello immunitario, producendo un abbassamento delle difese e aumentando la probabilità di contrarre malattie. Nel caso discusso è molto probabile che l'emozione di rabbia impossibilitata nella sua scarica comportamentale e relazionale abbia determinato, sempre attraverso le citochine, un processo infiammatorio a carico degli arti superiori e delle mani. Quest'area del corpo è anche quella verso la quale, tra gli altri processi, il sistema neurale invia segnali di aumento di tensione muscolare e vascolarizzazione per attivare il sistema di attacco e permettere alla rabbia di compiere il proprio ciclo attraverso il corpo. Il detto popolare 'Mi prudono le mani' non è così scientificamente scorretto da questo punto di vista.
È possibile, agendo cambiamenti su un sistema (psichico/relazionale, neurale, endocrino, immunitario), determinare una serie di trasformazioni a catena sugli altri nell'organismo, capaci di indirizzarlo sulla via della cura o della patologia. Anche l'abbassamento delle difese immunitarie in sé e per sé, ad esempio, puó produrre come conseguenza un calo dell'umore.
La psicoterapia, dunque, agendo secondo criteri e linee guida scientificamente provate e riconosciute dalla comunità scientifica sulle emozioni e sui comportamenti attraverso la relazione, è la candidata più autorevole per intervenire e risolvere problematiche di natura organica, laddove la causa sia di natura psicogena.
Il corpo umano è una macchina perfetta, ma la scienza è solo agli inizi nel viaggio alla scoperta dei processi integrativi multi-sistemici.
Fabio Borghino

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento