DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE        Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175.43440

Vaccini: 200 non in regola


Mercoledì 25, Aprile 2018
in  Saluzzo


SALUZZO - Sarebbero circa 200 gli studenti delle scuole saluzzesi che non sono ancora in regola con le vaccinazioni. Si tratta di bambini e ragazzi fino ai 16 anni per i quali sono scattati gli ultimi giorni di tempo per mettersi in regola. Le famiglie che non si sono ancora adeguate alle disposizioni regionali, avranno tempo a vaccinare i loro figli ancora pochi giorni, fino al 30 aprile.
Alle regioni italiane, come il Piemonte, già dotate di un'anagrafe vaccinale, i Ministeri della Salute e dell'Istruzione hanno concesso una proroga della scadenza per presentare alle scuole la documentazione che attesta l'avvenuta vaccinazione per i bambini e i ragazzi fino a 16 anni o, in alternativa, la richiesta presso l'Asl di riferimento. Sono state le Asl a fornire alle scuole gli elenchi delle avvenute vaccinazioni, degli eventuali esoneri o dei mancati adempimenti.
«Dei 64 mila bambini e ragazzi tra zero e 16 anni che risiedono nell'Asl Cn1, lo scorso luglio 9.238 risultavano non in regola con la legge - spiega il dott. Domenico Montù, responsabile Servizio Igiene dell'azienda sanitaria -. Da settembre abbiamo iniziato a convocare i non vaccinati e siamo andati avanti fino al 10 marzo. In questi mesi circa il 60-70% dei non vaccinati hanno regolarizzato la loro posizione ed abbiamo tranquillamente raggiunto e superato la fatidica soglia del 95% di vaccinati. Dal punto di vista epidemiologico quindi il problema è, se non risolto, stabilizzato». 
Nei giorni scorsi, le scuole hanno inviato una comunicazione alle famiglie inadempienti, invitandole a mettersi in regola. Il 30 aprile, infatti, le scuole trasmetteranno tutta la documentazione alle Asl. 
A Saluzzo in quanti hanno ricevuto la lettera? Sommando tutti gli ordini di scuola, si arriva alle 200 unita. Basti pensare che su una popolazione scolastica di circa 2.000 alunni, nella scuola primaria e media si è registrato il 5,6% di mancati vaccini, mentre nella scuola dell'infanzia circa il 2%. Nelle superiori i numeri sono decisamente più contenuti e si parla di poche decine di casi per ciascun istituto. 
«Stiamo seguendo le procedure previste con le tempistiche che ci sono state date - dice la preside dell'istituto comprensivo Leda Zocchi -. Abbiamo inviato molte lettere, fatto numerosi incontri con i genitori per confrontarci e siamo ancora in attesa di ricevere documentazioni da parte di alcune famiglie di diverse scuole. 
A settembre nella scuola dell'infanzia potranno essere iscritti soltanto bambini regolarmente vaccinati, mentre per la primaria e la secondaria ci saranno delle procedure amministrative che ci verranno comunicate in seguito».

CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva – CF – Reg. Imprese CN 03733570042

Direttore Responsabile: FRANCESCONI LORENZO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© CDS EDITORIALE SRL - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
Il Corriere di Saluzzo percepisce i contributi pubblici all’editoria.
Il Corriere di Saluzzo ha aderito tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) allo IAP - Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.


powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento