DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE     Via Parrà, 9 - 12037 Saluzzo (CN) - Tel. 0175.42556 - Fax. 0175490348

Egregio Direttore,

Cari cittadini italioti, non vi da nessun fastidio l'iniquità del sistema?
Banchieri, amministratori delegati, politici, che truffando i piccoli risparmiatori accumulano fortune mentre il resto di noi lotta per sopravvivere e prendersi cura di quelli che ama.
Quando faccio questa predica molti mi rispondono: 'Ci siamo abituati, ormai', ed è proprio questo il problema è a causa nostra se questi ladri la fanno franca, si servono della nostra noncuranza, della nostra riluttanza a combattere, a sfidare le regole, ad abbattere i muri.
La gente che protesta, che si suicida, che manifesta, capisco la loro frustrazione.
Le banche e le multinazionali ci stanno spremendo.
Come fa un onesto cittadino/contribuente/lavoratore a difendersi se le aziende nascondono i loro traffici/bilanci con il consenso del sistema giudiziario.
Cosa ci sarà scritto tra 50 anni nei libri di storia secondo voi? Proiettiamoci nel 2065.
'Nel 2010 il sistema bancario era sull'orlo della crisi e i governi hanno salvato tutte le banche, nessun amministratore delegato, nessuno del collegio sindacale, Nessuno è stato messo sotto processo. Nessuno ha mai pagato per i propri crimini. Anzi se ne sono andati con buonuscite, di milioni di euro. Gli unici che ci hanno rimesso sono coloro che hanno creduto in loro: i piccoli risparmiatori.'
Gli interessi delle grandi aziende, delle banche hanno assorbito e corrotto il cuore della democrazia.
Lo stesso parlamento e il sistema giudiziario, i pilastri della giustizia e della legalità a parere mio sono sono una mera facciata di ladrocini ed estorsioni.
L'occidente che ha sempre temuto i governi forti attualmente non ha nessun governo, solo potere finanziario.
Questo è un sistema basato sulle peggiori qualità degli individui, che produce capi che hanno le stesse cattive qualità.
Il futuro che ci aspetta è oramai scritto: le banche e le multinazionali hanno un solo scopo di produrre profitto, al fine di mantenere il controllo. Dove una volta una persona poteva scegliere la sua vita, crearsi il suo destino: ora tutto è stato sostituito con un incarico senza alcun desiderio con il solo scopo di essere un ingranaggio di una macchina. La nostra intera società è stata sostituita con droni fatti di carne e ossa, questi 'droni' cercano di essere felici nascondendo la loro testa nella sabbia e vivendo in un sistema di ignoranza e compiacenza. Se continuiamo su questa strad, il crollo di quello che era una volta il nostro mondo libero comporterà il totale crollo del libero pensiero e della volontà, la civiltà sarà guidata ulteriormente in un ciclo di depressione, di obbedienza e di debito.
C'è da chiedersi se è questo che vogliamo per i nostri figli.

Cordiali Saluti

Marco Bove (Cuneo)
259244@edu.unito.it

Marco Bove


Mercoledý 16, Dicembre 2015
La comunità parrocchiale di Santa Margherita di Cervignasco, con gioia, si è unita alla lode verso il Signore Nostro Gesù per il saluto di benvenuto ai sacerdoti, don Claudio e don Silvio, inviati a guidare la nostra parrocchia.
Siamo qui riuniti in questa celebrazione solenne che ci solleva da un momento di smarrimento che la nostra comunità ha vissuto dopo la notizia che don Lorenzo avrebbe lasciato il suo incarico.
Ringraziamo don Lorenzo per il suo operato, 25 anni con noi, non è presente ma ci accompagna con la preghiera.
Ci siamo sentiti un gregge senza pastore e abbiamo temuto di perdere l'autonomia della nostra parrocchia. Rivolgiamo al nostro Vescovo, Sua Eccellenza Monsignor Guerrini, ed al qui presente vicario generale don Oreste, un vivo ringraziamento per aver trovato una soluzione consona alle nostre esigenze di vita comunitaria viva e forte, che contraddistingue questa nostra comunità ,affidando l'incarico pastorale a don Claudio e don Silvio.
Partecipiamo con fede a questo momento canonicamente significativo per la vita della nostra parrocchia, momento che viviamo con un pó di timidezza e ci scusiamo se manchiamo in qualche frangente nell'organizzazione, in quanto l'ingresso di un nuovo parroco per noi di Cervignasco si è verificato solo 2 volte in 75 anni.
Don Claudio e don Silvio, siate i benvenuti tra noi, la nostra comunità è piccola ma ricca di tradizioni storico-culturali e religiose, che costituiscono la nostra identità, il nostro senso di appartenenza e che consideriamo le nostre vere risorse.
Siamo pronti a collaborare a tutte le iniziative che vorrete intraprendere per continuare a seminare e coltivare i valori del Vangelo. Siamo certi che saprete guidarci come fratelli in mezzo ai fratelli, e come portatori di quei valori senza tempo per i quali vale la pena di vivere questa vita terrena.
Cari don Claudio e don Silvio, non vi resta che prenderci per mano ed iniziare il nostro cammino insieme, fiduciosi al vostro fianco, illuminati dallo Spirito Santo e costantemente sotto la protezione di Santa Margherita e San Vittorio, nostri santi patroni.

La comunità di Cervignasco.

La comunità di Cervignasco


Martedý 20, Ottobre 2015
CARA BAMBY,
il tuo compleanno è trascorso in sordina perché ,come diremo nel ns. linguaggio, eravamo in altre faccende affacendate e non diciamo di più perché altrimenti tutti pensano che continuiamo a piangerci addosso, cosa che noi non siamo avvezze a fare.Questa lettera vuole essere un augurio posticipato e particolare per una mamma che è al contempo amica, sostenitrice nei momenti di afflizione, spalla su cui piangere,' medico di famiglia', appositamente virgolettato,quando nessuno crede ai miei fastidi di salute e anzi tutti tendono a deridermi e a ritenermi un'ipocondriaca.
A me non importa affatto se tutti o alcuni riterranno ridicola questa lettera o la interpreteranno come una manfrina o peggio come una dimostrazione di un'ego spropositato da parte mia. Io ,anzi, desidero far sapere a tutti coloro che in questi anni non si sono risparmiati giudizi affrettati sulla mia condizione di casalinga senza figli ,mostrando compasssione per te che non avevi una figlia laureata e neanche un nipote!(quale grave colpa)che noi bastiamo a noi stesse, che io sono orgoliosa di avere una mamma così combattiva che non ha risparmiato energie nel difendere la propria figlia e che si vive benissimo anche facendo un lavoro dignitosissimo come la casalinga e anche senza un nipote da accudire.Io, te, papà e Giancarlo siamo quattro moschettieri e nessuno dovrà più permettersi di giudicare la ns. situazione con frasi penose e sguardi compassionevoli, segno di una grave deficienza mentale.
Io ti adoro mamma, come canterebbe Pavarotti, ti voglio un bene smisurato e saró sempre al tuo fianco, pronta a combattere le difficoltà della vita, come tu e prima l'indimenticata nonna Domenica mi avete insegnato.
Tua figlia SABRINA

SABRINA SEIMANDI


Sabato 23, Maggio 2015


Le Rubriche tematiche
Acchiappamostre
La mostra della settimana
Arte & Fede
Commercio Equo & Solidale
In bottega è gia Natale con presepi e addobbi
Consulenza legale
La rottamazione delle cartelle Equitalia
Cucina Piemontese
Polpette di coniglio e pancetta
Fermo immagine
Muoversi restando fermi
I ragazzi leggono
La gatta con gli stivali
Il Vangelo della Domenica
Domenica 12 febbario
La Memoria del Cuore
'Salvarsi' con una fiaba
Leggere con gusto
Elogio della galletta
Libera-Mente
'A' di anoressia
Stella Stellina
Lo spazio esterno
Vola al Cinema
da giovedì 16 a martedì 21 febbraio



CorrierediSaluzzo.it è una testata giornalistica.
P.Iva - Cf. - Reg. Imprese CN n. 01893690048
Rea n. CN-142932
Direttore Responsabile: Mario BANCHIO
email: redazione@corrieredisaluzzo.it

Contatta la redazione

© SOCIETA' EDITRICE SALE E LUCE - SOCIETA' COOPERATIVA - Tutti i diritti riservati - Note legali - Area riservata -   Esci
powered by Leonardo Web s.r.l. - MANTA (CN)