Nella top ten in Siberia

Sebastiano Andreis 10° alle Universiadi

Saluzzo

Il programma delle gare di sci alpino delle Universiadi Invernali a Krasnojarsk, in Siberia, si è aperto domenica 3 marzo con i due Super-G. In quello maschile titolo alla Svizzera grazie al ventenne Lukas Zippert, primo davanti al céco Tomas Klinsky  e di 29 centesimi sull’altro elvetico Yannick Chabloz. L’unico atleta italiano giunto regolarmente al traguardo è il saluzzese Sebastiano Andreis, studente della Facoltà di Economia dell’Università di Torino e tesserato per lo Sci Club Sansicario Cesana, che ha chiuso al ventiduesimo posto, staccato di 2",12 centesimi. Martedì Andreis si è ripetuto con un decimo posto complessivo nella combinata alpina vinta dallo svizero Yannick Chabloz. Ancora una volta Sebastiano Andreis è stato il migliore degli italiani. La seconda giornata prevedeva un superG e una manche di slalom speciale che, sommati, davano la classifica di combinata.
Andreis, sedicesimo dopo il Super-G mattutino ha rimontato in slalom, chiudendo con il tredicesimo tempo parziale e con un distacco finale di 1",18 centesimi. «Martedì ho invece sciato fortissimo in superG, dove avevo poco da perdere e un pettorale altissimo. Ho invece molti rimpianti per l’andamento dello speciale. Contavo di risalire più in alto in classifica: alla fine la medaglia era a meno di un secondo». Comunque Andreis è soddisfatto in quanto «mai avrei pensato di fare un risultato nei top ten in combinata visto che erano quattro anni che non ne facevo una».
Il programma propone le gare tecnicamente più apprezzate da Andreis che tornerà in gara venerdì 8 nello slalom gigante in attesa dello speciale.
«Il massimo sarebbe tornare a casa con una medaglia» confessa Andreis per chiudere in bellezza questa avventura a livello mondiale in terra siberiana.  
mario de casa
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.