Giovani, presente della Chiesa

“Ehi ragazzi, dove andate?” è il richiamo forte e deciso che il nostro Vescovo ha rivolto ai giovani della diocesi invitandoli a partecipare alla Gmg, vale a dire la Giornata mondiale dei giovani, in programma all’oratorio don Bosco di Saluzzo domenica 14 aprile.
Intervento e invito non certo casuale, tenuto conto che a settembre prenderà il via un anno proprio dedicato alla gioventù, in un momento in cui la Chiesa italiana ed in particolare Papa Francesco ha voluto intensificare il dialogo con i giovani. Un percorso cominciato nell’ottobre del 2016, con cui la Chiesa si è interrogata sul tema “I giovani, la fede, il discernimento vocazionale”.  Poi proseguito con tappe importanti come nell’ottobre 2018 la celebrazione del XV Sinodo dei Vescovi e quella dello scorso 25 marzo quando il papa si è recato a Loreto, dove ha firmato l’Esortazione Apostolica “Christus vivit”, “rivolta ai giovani cristiani di tutto il mondo e all’intero popolo di Dio”. Documento definito post sinodale proprio perché, come Papa Francesco ha detto, “mi sono lasciato ispirare dalla ricchezza delle riflessioni e dei dialoghi del Sinodo dell’anno scorso”.
Nel nostro piccolo la diocesi di Saluzzo avvierà un cammino di confronto, di dibattiti, di apertura verso il mondo dei giovani. E, come dice il pontefice nella sua Esortazione, “tra questi giovani non ci sono solo i credenti, ma anche i non credenti, coloro che non si riconoscono in Gesù Cristo e nella sua Chiesa, ma sono comunque in ricerca, tenendo così sempre fermo il principio di una pastorale inclusiva, cioè capace di accogliere tutti, superando ogni forma di elitarismo”.
Il desiderio è quello di arrivare a tutti, superare barriere e pregiudizi, non imporre ma offrire, dialogare e ascoltare. Per pensare ai giovani non solo in chiave futura, ma come “presente della Chiesa”.
lorenzo francesconi

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.