La protesta dei cittadini esplode sui social

Degrado nel giardino

Villafranca

VILLAFRANCA - «Non se può più di uno schifo simile, è una vergogna!», «Servono le telecamere: così chi sbaglia, paga!»: sono solamente alcuni dei commenti apparsi nei giorni scorsi sulla pagina facebook “Sei di Villafranca Piemonte se…” nel commentare lo stato di degrado in cui si trova in questo periodo l’area verde di via Carando. 
La questione non è nuova, in quanto già l’anno scorso erano giunte segnalazioni simili, aggravate anche dai danni che erano stati arrecati ai nuovi giochi, che il Comune aveva appena acquistato. 
Certamente, con la bella stagione, il problema non è da poco, considerando che i giardini sono sempre molto frequentati dai bambini. Cartacce e bottigliette sparse ovunque sono chiaramente i residui dei fine settimana di alcuni giovani, evidentemente privi di senso civico e noncuranti del danno che arrecano alla collettività con i loro comportamenti sconsiderati. Se a questo sommiamo però uccellini e topi morti, la questione è un po’ più complessa, visto l’elevato rischio di contatto da parte dei bambini. «Da ormai diverso tempo topi e nutrie si muovono indisturbati nella bealera del Mulino, attratti dal cibo lasciato sulle sponde» ci spiega un residente della zona, che aggiunge: «certo che facendo così e non essendoci a monte una pulizia costante dell’area, diventa difficile liberarci di questi ospiti».
Le tanto richieste telecamere potrebbero forse agire da deterrente, auspicando, al tempo stesso, una maggiore pulizia dell’area che, attualmente, non gode sicuramente di ottima salute!
enrico grande

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.