Impiegavano 10 braccianti in nero

3 aziende nei guai

Saluzzo

I Carabinieri di Saluzzo hanno identificato 10 lavoratori stranieri privi di contratto di lavoro, di cui 4 clandestini. Questi i risultati di una serie di controlli portati avanti nei giorni scorsi dai militari.
A finire nel mirino dei militari sono stati tre imprenditori che hanno impiegato extracomunitari privi di permesso di soggiorno. Prosegue la campagna di controlli in agricoltura che è stata pensata per contrastare il fenomeno del caporalato e l’impiego di manodopera irregolare. Nel corso delle attività sono state ispezionate 10 aziende agricole tra Saluzzo, Revello, Verzuolo e Costigliole e controllati oltre 60 lavoratori, per la quasi totalità stranieri di origine africana. Sono in tutto 10 i braccianti impiegati nella raccolta della frutta senza contratto di lavoro in tre  aziende agricole.
Servizio completo sul Corriere in edicola giovedì 5 settembre.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.