“Lillo” e “Piera” da un rifugio all’altro

Giro di Viso con gli asini

Crissolo

Nell’estate ricca di eventi, ritrovi, camminate ed arrampicate di quest’anno, merita una segnalazione speciale un Giro del Monviso particolare, svoltosi dal 24 al 27 agosto scorsi in quattro giorni.
Si tratta di un’esperienza speciale, visto che vi hanno partecipato anche due asini, con relativi accompagnatori.
L’evento è stato organizzato dall’associazione naturalistica Vesulus in collaborazione e col patrocinio del Parco del Monviso.
Il percorso è iniziato a Castello di Pontechianale ed i rifugi in cui si è pernottato sono stati: il refuge du Viso, il Giacoletti ed il Sella.
Gli asini si chiamano Lillo e Piera, rispettivamente di 8 e 13 anni; il proprietario e conduttore è Fabrizio Parziale, che ospita gli animali nel suo agriturismo Il Castagno di Montoggio (GE).
I partecipanti a questo curioso Giro del Monviso sono stati 8, di cui una guida e due conduttori di asini.
«Sono essenzialmente due i particolari da evidenziare: intanto il fatto che da almeno 30 anni nessun animale da soma saliva al Giacoletti, come avvenuto in questa occasione; in secondo luogo che il Buco di Viso è stato nuovamente percorso da tali animali, proprio come ai tempi di Ludovico II, il Marchese di Saluzzo.
L’impresa non è stata semplice, a causa del terreno non sempre favorevole agli animali, ma nonostante questo, grazie alla pazienza ed alla perizia di conduttori e guide, l’impresa è andata a buon termine» spiegano dall’associazione Vesulus.
daniele isaia

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.