Dopo l’arresto del fondatore di “Sereni Orizzonti”

Inchiesta al Maero

Manta

C’è anche il «Maero» di Manta. E’ una delle strutture per anziani finite nell’inchiesta che ha portato all’arresto di Massimo Blasoni, fondatore di «Sereni orizzonti». Si tratta della società, con sede in Friuli, che gestisce la casa di riposo mantese da alcuni anni, da quando l’allora giunta del sindaco Mario Guasti ha affidato all’esterno le attività di cura degli ospiti, mentre l’edificio è rimasto di proprietà comunale. 
L’accusa è di truffa aggravata sulle spese socio-sanitarie, cioè venivano offerte prestazioni inferiori di quelle previste con il pagamento delle rette da parte degli ospiti. Oltre a Manta, ci sono altre 4 residenze nella provincia di Cuneo affidate alla «Sereni orizzonti», cioè quelle di Bra, Lequio Tanaro, Dogliani e Rocchetta Belbo. La polizia, oltre a Blasoni, ha arrestato altri 4 dirigenti, mentre altrettanti sono finiti ai domiciliari.
Servizio completo sul Corriere in edicola mercoledì 30 ottobre.
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.