Alla sbarra per truffa all’Inps si difende: «Indossavo un tutore e assumevo antidolorifici»

Era invalido ma faceva volontariato

Saluzzo

Un uomo, residente nel saluzzese, è a processo davanti al Tribunale di Cuneo con l’accusa di truffa continuata. Nel 2015 era stato riconosciuto invalido al 100% per gravi difficoltà di deambulazione. 
Due anni dopo l’Inps ridusse l’invalidità al 50% e partì la segnalazione all’autorità giudiziaria per aver indebitamente percepito la pensione. Nel corso dei controlli degli ispettori fu visto mentre svolgeva attività di servizio di volontariato restando parecchie ore in piedi. 
Servizio completo sul Corriere in edicola giovedì 23 gennaio.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.