Coronavirus: tra incertezze e false notizie

Le mascherine vanno a ruba

Saluzzo

SALUZZO La psicosi coronavirus ha raggiunto anche Saluzzo?
Si direbbe proprio di sì, prendendo in considerazione il fatto che in tutte le farmacie della zona sono esaurite le mascherine anti-batteriche e i gel per la disinfezione delle mani.
Se prima di gennaio il volume di vendita era di qualche unità al mese, negli ultimi giorni si è scatenata la corsa ad accaparrarsi tutti i pezzi disponibili in magazzino.
  Non va meglio nemmeno nei pronto soccorso degli ospedali della zona, dove le mascherine usa e getta a disposizione del pubblico, vanno per così dire “a ruba”.
Situazione ben diversa negli studi dei medici di famiglia, dove l’allarme non si è fortunatamente ancora fatto sentire e il nemico numero uno in questi giorni è rappresentato dall’influenza comune. Se come ricorda il noto epidemiologo saluzzese Beppe Costa in tutte le situazioni di pericolo sanitario si possono scatenare meccanismi di panico ingiustificato, spesso alimentate anche da notizie false e da teorie complottistiche, l’unico modo per combattere la paura è informarsi: la pagina tematica del Ministero della Salute con le risposte alle domande più frequenti, curata dagli esperti accreditati del nostro Servizio Sanitario Nazionale  è il miglior modo per difendersi dalle notizie false.

Ampi servizi sul Corriere in edicola giovedì 6 febbraio

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.