Il gruppo è composto da 11 elementi, il più “vecchio” ha 27 anni

Le maschere giovani

Cardè

Sono in undici: il più giovane ha 20 anni, il più “vecchio” ne ha solamente 27. Sono le maschere di Cardè, un gruppo in continua crescita, che si è arricchito quest’anno di una damigella e di un cortigiano.
A capo ci sono ovviamente il Portoné e la Marchesina, volti caratteristici non solo in paese, ma nell’intero panorama del carnevale saluzzese. Ad interpretarli sono Stefano Rolando, che a soli 20 anni è già al suo quarto carnevale e Arianna Chiavassa, 23 anni, studentessa universitaria.
Attorno a loro ruotano ben cinque damigelle, che sono Alessandra Chiavassa, Chiara Montersino, Giovanna Rolando, Marta e Serena Gramaglia, oltre alla new entry Ilaria Ardusso, che si è aggiunta quest’anno. C’è poi la parte maschile, che rappresenta i tre cortigiani, interpretati da Mattia Martini, anche lui all’esordio, unitosi ai veterani Michele Rolando e Simone Bordese.
É la damigella Giovanna Rolando a dirci qualcosa di più, delineando il profilo di una squadra davvero affiatata: «Seppur giovani, siamo un gruppo di amici che ha maturato una buona esperienza con il carnevale, considerando che la Marchesina e la damigella Arianna sono al quinto anno di sfilate e, a tutti gli effetti, possono essere considerate delle veterane». 
L’intesa e la passione sono dimostrate dal fatto che negli ultimi anni, accanto ai due volti principali, è cresciuto un bel gruppetto, che quest’anno ha superato quota dieci.
Diversi gli appuntamenti che li ha visti protagonisti in queste intense settimane: «Sabato siamo stati impegnati prima in oratorio per la festa in maschera e poi abbiamo fatto visita ai ragazzi ospiti della casa famiglia Villa Margherita. Oggi (giovedì 20, ndr) andiamo a trovare gli alunni delle scuole cittadine e nel pomeriggio saremo al centro anziani».
enrico grande
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.