Saluzzo:

Via Mario Mortara

C’è notizia fin dal medioevo di “vicolo del Follone” e dei suoi opifici lungo il bedale, come il follone dei feltri o il molino attivo dal 1191.
Per secoli, il vicolo sbuca nei campi e solo dopo la costruzione di corso IV Novembre (1936) spunta l’esigenza di un collegamento, che inizia a rovescio dalla traversa aperta negli anni ’50 sul corso di fronte alla Minerva medica appena insediatasi.
E’ una via allora senza sbocco, ma destinata a prolungarsi fino al preesistente vicolo del Follone e perciò denominata “via del Follone” dal Consiglio comunale (17.12.1955). 
Cinque anni dopo, tuttavia, il previsto incontro non è ancora all’orizzonte, mentre molte sono  le confusioni tra via e vicolo dallo stesso nome; pertanto, su proposta del Sindaco on. Armando Sabatini, il Consiglio comunale all’unanimità intitola  “via Mario Mortara” la traversa  ancora cieca (14.01.1961), in memoria di Vittorio Emanuele Mario Mortara (Saluzzo,16.11.1888 - Mauthausen,1.07.1944), cui “non si era perdonata la prodigiosa attività socialista”, come ebbe a scrivere il settimanale La Riscossa nel 1952.
Figlio di un funzionario della Sottoprefettura, impiegato al Catasto (anzi: impiegato modello, “il miglior statale d’Italia”), Mortara si dedica appassionatamente al lavoro organizzativo per la Camera del lavoro, le leghe operaie e il sindacato tramvieri.
Dopo le elezioni del 1924, trasferito per “scarso rendimento” in Emilia, trova ad attenderlo una squadraccia fascista, che lo aggredisce e lo costringe a tornare a Saluzzo, dove è licenziato per non aver raggiunto la sede.
Apre quindi - nella struttura laterale di porta Vacca - una minuscola cartoleria, con cui mantiene con grande dignità i tre figli e la moglie Ermelinda.
Nel febbraio 1944 è arrestato dai tedeschi per una delazione e deportato a Mauthausen.“Un tardo pomeriggio, senza cappello, uscì dal negozio solo e attraversò il vicolo che immette in via Donaudi. Scomparve così per sempre e nessuno dei rimasti più lo vide, nemmeno la sua famiglia.”

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.