:

La regina del cielo

Da qualche giorno qualcosa non andava: un progressivo senso di stanchezza si stava impossessando di lei ed i voli in cerca di prede sulle praterie innevate diventavano sempre più faticosi.
Lei, uno splendido maschio di tre anni di aquila reale, non aveva più le forze necessarie per procacciarsi il cibo e per un predatore questo significa morte certa.
Un destino al quale erano andati incontro almeno altri cinque suoi simili negli ultimi anni: molto probabilmente qualcuno aveva pensato bene di sbarazzarsi dei lupi disseminando la zona di esche avvelenate ed i risultati di questa pratica crudele ed illegale non avevano tardato ad arrivare.
Il rapace, ormai trasformatosi da predatore in preda, stazionava immobile sul bordo della strada in attesa della fine, quando un automobilista di passaggio, accorgendosi di lui, aveva allertato il servizio veterinario dell’ASL ed i volontari del Centro Recupero Animali Selvatici di Bernezzo che erano prontamente intervenuti recuperando l’aquila e ricoverandola  quindi al Centro.
Sono stati due mesi difficili per il paziente ma anche per chi si è occupato di lui, curandolo ed alimentandolo forzatamente nelle prime settimane del ricovero, mesi fatti di ottimismo alternato allo sconforto, fitti di consulenze con professionisti specializzati ed adesso, forse, qualcosa si sta muovendo.
Pochi giorni fa, lasciando il CRAS, ho rivolto uno sguardo alla voliera didattica ed una sagoma possente, finalmente dritta sul trespolo, ha incrociato i suoi occhi fieri con i miei: il rapace finalmente si alimenta da solo ed appare decisamente più vitale!
La prognosi non è ancora sciolta, ma sogniamo tutti di poterla rivedere maestosa tra i picchi delle sue montagne dopo averle restituito quella libertà che il gesto di qualche irresponsabile le aveva rubato: tieni duro, amica mia, affinché un giorno, durante un’escursione, io possa alzare gli occhi al cielo ed esclamare: “tutti sull’attenti, passa la Regina!”.
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.