Lunga e meticolosa procedura di vestizione e svestizione dei volontari per affrontare i servizi di trasporto

Preparativi in tempo di Covid-19

Saluzzo

 Tre ore di preparativi precauzionali per ciascun servizio, con una lunga e meticolosa procedura di vestizione e svestizione. L’emergenza sanitaria legata al coronavirus mette duramente alla prova gli operatori della Croce Verde di Saluzzo, che lavorano in prima linea con i pazienti.
«Il numero dei servizi ha subito un incremento; – dice il presidente Michele Isoardi - ci chiamano anche dal torinese per il trasporto di pazienti Covid. L’emergenza ormai è diventata quasi la normalità: è dura per i nostri soccorritori vedere anche molti pazienti giovani soffrire così tanto. Per affrontare al meglio i servizi e per tutelare la salute psicologica dei nostri volontari abbiamo previsto al termine di ogni uscita un servizio di debriefing, in cui l’equipaggio può tirare fuori tutto e affrontare in gruppo le problematiche legate al vedere i pazienti che stanno così male. La gestione dello stress è un fattore molto importante per preservare la salute di chi opera nel nostro settore».
Servizio completo sul Corriere in edicola giovedì 26 marzo.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.