Molti medici hanno risposto all’appello della Protezione Civile - L’ospedale in prima linea

Sono i giorni cruciali per il virus

Saluzzo

““Saluzzo svolge un ruolo di cui si può andare fieri”: lo afferma, e c’è davvero da credergli, il dott. Paolo Allemano ritornato in corsia dopo aver aderito alla richiesta della Protezione Civile per altri medici da impegnare nell’emergenza Covid-19.
E sono davvero tanti ad aver risposto a quest’appello. 
Il dott. Allemano ci offre una fotografia dell’ospedale saluzzese divenuto centro per la lotta al virus con interi reparti temporaneamente chiusi e trasferiti, come l’oncologia all’ospedale di Savigliano e il laboratorio dei prelievi che aprirà nei locali dell’Asl alle Corti.
Altra importante testimonianza viene dal dott. Nicola Launaro responsabile della ventiloterapia, una vera eccellenza a disposizione in città.
La battaglia contro il Covid-19, con nuovi contagiati nei paesi del Saluzzese, vede in prima fila tutta la struttura sanitaria - medici, infermieri, tecnici… - e si annuncia per domenica 29 marzo l’apertura dell’ospedale di Verduno, struttura di assoluta avanguardia tecnologica anche grazie all’impegno di un’azienda saluzzese, la Tecnozenith.
E molte aziende sono in prima fila ad esempio nella produzione di mascherine, come la “Mauli” di Revello e la “Peraria” di Vottignasco, nell’impegno a favore dell’ospedale con lavori e con finanziamenti spesso cospicui attraverso l’appello lanciato dall’Officina delle idee.
Aiuti anche alla Croce Verde per le dotazioni necessarie per affrontare la difficile situazione.
Un appello raccolto anche dalla Diocesi con finanziamenti all’ospedale e alla Croce Verde.
Si moltiplicano le iniziative, in tutta la zona, di volontari per varie necessità come portare alimentari e medicine a casa degli anziani.
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.