Trafugati assegni a don Adriano Calandri

Hanno truffato il parroco

Envie

 È stato truffato per un importo di circa 60.000 euro il parroco di Occa di Envie, don Adriano Calandri. Alcuni malviventi, mesi fa, erano riusciti ad impossessarsi della chiave dell’abitazione del sacerdote e, una volta intrufolatisi in casa, avevano sottratto alcuni assegni da un blocchetto, compilandoli falsamente ed incassando i soldi.
Ora i responsabili di tale truffa sono stati individuati e fermati dalla Squadra Mobile della Questura di Vercelli, che la scorsa settimana ha dato esecuzione all’ordinanza di misure cautelari nei confronti di questi malviventi. 
L’indagine è stata lunga e complessa perché i fermati hanno agito in diverse zone del Piemonte, mettendo a segno anche furti di portafogli nelle chiese, rubando oggetti preziosi poi smerciati sul mercato della ricettazione, ecc…
L’operazione, denominata “Angeli e demoni”, era partita proprio dal primo episodio ai danni del parroco di Occa, verificatosi alcuni mesi fa. Gli investigatori hanno composto, attraverso accurate indagini, il mosaico delle diverse azioni messe in atto dai malviventi, identificandone i responsabili.
Un sospiro di sollievo per don Adriano Calandri, che ora spera gli venga presto restituito il maltolto.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.