:

Giovedì 9 luglio 2020

La Città di Cuneo riscopre dopo novant’anni l’archivio del fotografo Adriano Scoffone e lo celebra con la mostra «Quei temerari delle strade bianche Nuvolari, Varzi, Campari e altri eroi alla Cuneo - Colle della Maddalena».
La rassegna,  curata da Giosuè Boetto Cohen ed allestita negli ambienti del complesso monumentale di San Francesco, è realizzata dal Comune di Cuneo e dal MAUTO, con il sostegno della casa orologiera Eberhard & Co e presenta ottanta fotogrammi chiave dell’edizione 1930 della Cuneo-Colle della Maddalena e dei suoi protagonisti.
Il percorso espositivo si compone di scenografie complesse, cui ha contribuito Angelo Sala, ed insieme alle musiche originali e alle stampe, esse abbracciano tre automobili straordinarie: l’Alfa Romeo 1500 MMS con cui, nel 1930, il pilota Emilio Gola tentò la scalata alla Maddalena e che dopo novant’anni torna a Cuneo al volante dell’attuale proprietario, un’Alfa Romeo P2 identica a quella con cui vinse Nuvolari e una preziosa Bugatti 35, uguale a quella con cui Avattaneo si ribaltò durante la gara. 
Tra le navate di San Francesco, le automobili dialogano con i negativi di Adriano Scoffone, le fotografie che raccontano la sfida per il Colle della Maddalena e il costume del primo Novecento.
Fissano l’obbiettivo il tedesco Stuck, gli italiani Varzi, Marinoni e Maserati, sotto gli occhi di un impettito Campari. Nuvolari, il vincitore del 1930, in uno degli scatti è fermo davanti a un portone del Piemonte rurale.
Intorno al palco c’è un tramestio di autorità, la Principessa di Savoia, il podestà e una pletora di notabili e donne elegantissime. Ma le facce più interessanti, alcune da cinema, sono nel pubblico sorridente, tra i portici, la piazza e i picnic. Fino al 29 settembre 2020.
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.