:

Giovedì 16 luglio 2020

Sabato 18 luglio alle ore 15 aprirà al pubblico la mostra “Un set alla moda. Un secolo di cinema italiano tra fotografie e costumi”, curata da Domenico De Gaetano ed allestita presso le sale del Filatoio di Caraglio.
La rassegna intende far rivivere l’anima più autentica del cinema italiano, la sua storia, i film e i protagonisti, attraverso 17 costumi di scena e 70 suggestive fotografie di set. Questi elementi danno vita a un viaggio a ritroso che parte dal cinema muto, di inizio Novecento, per approdare al cinema sonoro e all’epoca d’oro di Cinecittà, delle pellicole d’autore di Luchino Visconti e Pier Paolo Pasolini e della commedia all’italiana, da Dino Risi a Roberto Benigni. 
Le foto di scena traghettano il visitatore dentro il set, agli accessori e ai dettagli che hanno contribuito a creare la fortuna del kolossal Cabiria nel 1910, così come in tempi più recenti il fascino di dive come Claudia Cardinale, Sophia Loren e Silvana Mangano. 
Gli abiti in mostra raccontano il cinema italiano e la creatività di costumisti ormai entrati nel Pantheon del cinema internazionale: da Pietro Tosi a Marcel Escoffier, da Danilo Donati a Maurizio Chiari, da Nicoletta Ercole ad Aldo Buti. Sotto i riflettori anche le due prestigiose sartorie Devalle e Annamode a testimonianza di due luoghi, ancora una volta tra Torino e Roma, dove i bozzetti si trasformavano in capi unici. 
L’evento è promosso e organizzato dalla Fondazione Artea e dalla Regione Piemonte, con il coordinamento scientifico del Museo Nazionale del Cinema di Torino e della Cineteca Nazionale di Roma, in collaborazione con la Fondazione Filatoio Rosso e il Comune di Caraglio e con il contributo della Fondazione CRC e della Fondazione CRT. Fino all’8 dicembre 2020.
Orari: sabato dalle 15 alle 19, domenica e festivi dalle 10 alle 19.
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.