Saluzzo: Il lungo lockdown ha influenzato la vita condominiale; la ripartenza è affidata al nuovo superbonus per le ristrutturazioni

Assemblee in cortile e speranze per l’ecobonus

Condomini in tempo di Covid tra assemblee in cortile ed ecobonus del 110%. Il lungo lockdown ha avuto riflessi anche sull’amministrazione dei condomini, la maggior parte dei quali vede proprio nella primavera il periodo clou per la chiusura dei bilanci e la convocazione delle assemblee. A Saluzzo molti amministratori hanno scelto di rinviare le assemblee a settembre, approvando il conto consuntivo grazie alla collaborazione dei revisori dei conti. 
Nella maggior parte dei casi tutto è filato liscio grazie alla collaborazione dei residenti, anche se qualche amministratore sottolinea come molte relazioni sociali si siano un po’ perse a causa delle misure di contenimento della pandemia. Non tutto il male viene però per nuocere. La difficile congiuntura economica dovuta al lungo periodo di chiusura ha spinto lo Stato a promuovere l’ecobonus al 110%. 
Lo sgravio potrà essere richiesto per interventi di miglioramento energetico. Gli interventi trainanti sono l’isolamento termico delle superfici e la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento. Per optare per lo sconto in fattura e la cessione del credito sarà necessario richiedere il visto di conformità dei dati per la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta. Per poter accedere alle opzioni sarà necessario che gli interventi siano asseverati da un tecnico abilitato. 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.