:

Giovedì 30 luglio 2020

“I luoghi dove nasce l’arte” è il titolo della mostra allestita negli spazi espositivi della Civica Galleria d’arte contemporanea Filippo Scroppo di Torre Pellice, un progetto fotografico ideato circa undici anni fa, un working progress teso a documentare per immagini gli studi d’artista. 
Gli autori del progetto Marco Corongi e Stefano Greco propongono attraverso le loro immagini un viaggio alla scoperta degli studi e dei laboratori di circa quaranta protagonisti dell’arte contemporanea, dimore spesso inaccessibili catturate in tutto il loro fascino alchemico. 
Curata da Luca Motto, la rassegna esplora attraverso l’ausilio del mezzo fotografico, non tanto le opere e la figura dell’artista nel luogo di lavoro, quanto il luogo stesso, lo spazio configurato da eterogenee tipologie architettoniche e destinato a diventare dimora d’artista. Soffitte, scantinati, officine, ex fabbriche, palazzi d’epoca, palazzine moderniste acquistano col tempo una propria identità, plasmati dai loro abitanti che compiono prodigi e mutano la materia servendosi di strumenti di lavoro, pennelli, sgorbie, scalpelli e arredi imprevedibili. L’artista, immerso nel suo topos quasi come una presenza casuale, talvolta evanescente, diventa figura comprimaria e complementare allo spazio in cui va in scena la sua Opera. 
I diciannove studi d’artista sono in dialogo con le opere dei loro autori: Nino Aimone, Ermanno Barovero, Romano Campagnoli, Antonio Carena, Francesco Casorati, Mauro Chessa, Riccardo Cordero, Marco Gastini, Massimo Ghiotti, Ezio Gribaudo, Giorgio Griffa, Luigi Mainolfi, Pino Mantovani, Leonardo Mosso, Francesco Preverino e Giorgio Ramella. 
Orari: giovedì e domenica dalle 15.30 alle 18.30, venerdì dalle 10.30 alle 12.30, sabato dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30. Info: 0121.932530.

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.