Paesana: Torneranno in centro paese per San Bernardo

Luna park sul lungo Po dal 6 al 20 agosto

PAESANA Ha trovato finalmente una soluzione il problema legato alla sistemazione delle giostre a Paesana. Dal 6 al 20 agosto il luna park (giostra dei bimbi, catene e aerei) verrà allestito nella zona del lungo Po (dove sorge il piccolo campo da calcio a monte dei giardini pubblici), per poi essere smontato e riallestito sulle piazze cittadine per i giorni della festa patronale di San Bernardo.
Da alcuni anni, era diventata abitudine vedere alcuni dei giostrai “storici” piazzare le loro strutture sulle due piazze (Vittorio Veneto e Statuto) del Borgo Santa Maria, il tutto dai primi giorni di agosto fino appunto alla festa di S. Bernardo, che si celebra la terza domenica del mese.
Quest’anno, però, le regole imposte dalla pandemia hanno fatto sì che i banchi del mercato (che si svolge in piazza Vittorio Veneto) siano più distanziati tra di loro, soluzione che non permette la contemporanea presenza del mercato settimanale e degli spettacoli viaggianti. L’amministrazione ha valutato la sistemazione del luna park nella sola piazza Statuto, ma la soluzione si è rivelata impraticabile in quando mancavano i parametri necessari per l’installazione del luna park stesso.
Nel contempo si è assistito, nei giorni scorsi, ad un linciaggio social nei confronti dei titolari dell’Hotel Sud America (sito proprio in piazza Statuto), la cui presunta colpa sarebbe stata proprio quella di essere coloro che avrebbero impedito il prossimo svolgimento della tradizionale festa patronale con il relativo contorno di spettacoli viaggianti e luna park.
Per tutelare la propria persona dalla diffamazione, il signor Costa, titolare dello storico albergo di piazza Vittorio Veneto, ha dato mandato al legale Fabio Gottero (capogruppo di minoranza in Comune a Paesana, ndr), precisando che il suo unico atto era stata una missiva indirizzata al Comune di Paesana, nella quale aveva chiesto conto del rispetto di alcune normative sugli spettacoli viaggianti. Per tramite del legale è arrivato anche un “invito alla moderazione dei giudizi e dei toni, che tenga conto delle ragioni di tutti e non mistifichi i fatti a seconda della convenienza personale. Il tutto nel rispetto della verità dei fatti”.
Tornando al tema “giostre”, come detto in apertura, la soluzione è stata trovata e anche la festa patronale è salva, con le giostre che verranno montate nel centro cittadino (come già succedeva in passato) solo al termine del mercato di venerdì 21 agosto.


 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.