Saluzzo: #iorestobugianen, iniziativa per i Centri di Salute Mentale di Fossano, Savigliano e Saluzzo

Video per rimanere in contatto con i pazienti

È stato difficile mantenere vivo il concetto di “comunità” durante il lockdown imposto dal Coronavirus: chi già si trovava in una situazione di svantaggio sociale ha infatti rischiato di sentirsi ancora più solo. Per ovviare al lungo periodo di isolamento forzato, gli educatori professionali del Dipartimento interaziendale di salute mentale Asl Cn1 - S.C. Psichiatria Area Nord, hanno deciso di reinventare il proprio lavoro al fine di permettere a tutte le persone affette da disturbi mentali di continuare ad usufruire del loro supporto, attraverso strumenti alternativi.
Nel mese di marzo è quindi nato il progetto “Broadcast - #iorestobugianen”, un’iniziativa poi individuata tra le buone pratiche Covid 19 dall'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS), alla quale hanno partecipato quindici figure professionali della Struttura Complessa, tra le quali educatori professionali, medici, infermieri, psicologi e volontari. Questi, quotidianamente, attraverso lo smartphone, hanno realizzato ed inviato ai cinquantasette pazienti afferenti ai Centri di Salute Mentale di Fossano, Savigliano e Saluzzo e i Centri Diurni di Cussanio e Saluzzo, brevi video contenenti ricette di cucina, poesie, fotografie, musica, esercizi di ginnastica ed istruzioni per costruire un piccolo orto casalingo.  
Un nuovo strumento che, oltre a garantire il contatto quotidiano con i pazienti, aiutandoli a superare i sentimenti di paura e di solitudine generati dalla pandemia, ha dato vita alla bella canzone “Capriole di fumo”, il cui testo, composto a più mani, inizia con i versi: «Ho steso al sole le lenzuola di speranza/ credendo fossero piumini di certezze/ In questo letto il materasso è duro di fastidi/ l’ho ammorbidito con profumi di gioiosi ricordi…».  
Parole che testimoniano come, talvolta, la condivisione del dolore e della solitudine, possa unire persone lontane tra loro, per dar vita a linguaggi universali fatti di poesia e di musica.

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.