Saluzzo: Si inizia con le forze dell’ordine e il personale scolastico - Da lunedì 22 febbraio toccherà agli ultra ottantenni

Asl: programmate le vaccinazioni

Parte in questi giorni la vaccinazione contro il Covid per le forze dell’ordine e il personale scolastico e universitario e da domenica 21 febbraio tocca alla popolazione ultra80enne alla quale saranno somministrati i vaccini Pfizer Biontech e Moderna.
I nati prima del 1941 (classe 1941 compresa) che intendono vaccinarsi devono segnalarlo al loro medico di famiglia che li iscrive al portale regionale segnalando se necessitano di essere vaccinati a domicilio perché non deambulanti. È l’Asl a definire gli appuntamenti e a comunicare con un sms sul cellulare, luogo, data ed ora della vaccinazione.
A Saluzzo i primi over 80 sono convocati per la somministrazione della prima dose di vaccino lunedì 22 febbraio alle 10,30 presso il Centro prelievi dell’ospedale, uno degli oltre 90 punti di vaccinazione individuati dalla Regione; nell’Asl Cn1 gli anziani si vaccinano a Saluzzo, Fossano, Ceva e Cuneo, sia in via Boggio che all’ospedale Santa Croce.
Per gli anziani che non deambulano, la somministrazione del vaccino avverrà a domicilio, attraverso i medici dell’Unità speciale di continuità assistenziale, Usca, ovvero a cura dello stesso medico di famiglia.
Nel territorio dell’Asl Cn1 gli over 80 anni sono complessivamente 33 mila circa, ma considerate le vaccinazioni già effettuate nelle case di riposo, gli anziani ancora da vaccinare sono 30.995. Martedì 16 febbraio erano già 7.759 gli over 80 residenti nell’Asl Cn1 che avevano dato la preadesione alla vaccinazione (su poco meno di 100 mila preadesioni raccolte a livello regionale).

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.