Saluzzo: Condannati due africani

Spacciavano nel parco di Villa Aliberti

Due uomini di origine africana sono stati condannati nei giorni scorsi per spaccio. Nel 2018 erano stati sorpresi dai Carabinieri di Saluzzo mentre cedevano dosi di hashish e marijuana ad alcuni giovani clienti nel parco di Villa Aliberti. 
L’indagine risale all’agosto del 2018. Durante una pattuglia di perlustrazione, i militari avevano notato un minorenne di origine marocchina avvicinarsi in bicicletta a un africano seduto su una panchina al centro dei giardini. I due dopo un breve colloquio si erano poi allontanati. 
Il ragazzo, raggiunto dai Carabinieri, aveva consegnato un involucro di nylon contenente marijuana e un piccolo quantitativo di hashish. Il ragazzo aveva riferito di non conoscere lo spacciatore ma era stato in grado di identificare un secondo soggetto come il pusher che il mese prima gli aveva venduto hashish. I successivi accertamenti hanno consentito di stabilire l’esistenza di contatti tra il secondo soggetto, il minore e altri suoi coetanei, tracciati analizzando i tabulati telefonici. 
Molti dei minori identificati erano già noti alle forze dell’ordine perché coinvolti in analoghe indagini. 
Un 22enne in particolare ha dichiarato di aver acquistato stupefacenti nel mese di giugno proprio dal secondo soggetto che conosceva con il soprannome di Zola. Qualche giorno dopo, invece, un ragazzo era stato visto avvicinarsi e scambiare con il primo africano un piccolo oggetto. 
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.