Castellar: Contravvenzione al negozio di alimentari che poteva rimanere aperto

Multa per errore dei Vigili

Una multa che non era proprio da fare. Finirà probabilmente nei prossimi giorni con le scuse ufficiali da parte del comandante dei vigili di Saluzzo e di tutta l’amministrazione saluzzese, il caso accaduto il lunedì di Pasquetta a Castellar.
 Si sa che in questo periodo di pandemia è molto difficile districarsi tra norme, divieti, cose che si possono fare e cose che non sono invece proibite. A volte le regole cambiano talmente velocemente, che anche le forze di Polizia faticano a stare dietro ai continui aggiornamenti, ribaditi via social e sui siti internet dalle istituzioni anche all’ultimo. 
È il caso di lunedì 5 aprile, quando in tutto il Piemonte il governatore Cirio aveva disposto la chiusura dei centri commerciali anche per il settore food, lasciando però la possibilità di aprire ai negozi di alimentari con piccole superfici di vendita. 
Un provvedimento che evidentemente è sfuggito ad una pattuglia della Polizia locale di Saluzzo, che di passaggio a Castellar per un normale controllo ha notato una coda di una quindicina di persone davanti al negozio in via Maestra.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.