Saluzzo: Sanzionati due cittadini cinesi a Saluzzo e Barge

Scommesse clandestine: interviene la Finanza

Scommesse clandestine nel mirino della Guardia di Finanza di Saluzzo.
Nei giorni scorsi i militari, coordinati dal capitano Mario Moscardin, hanno effettuato una serie di controlli in un salone scommesse del centro di Saluzzo, gestito da un cinese, che aveva omesso, in più di un’occasione, di registrare alcuni giocatori che usufruivano di un unico conto gioco, cosa non consentita dalla normativa antiriciclaggio.
In un altro caso, questa volta a Barge, un cliente di una sala giochi di nazionalità cinese è stato sanzionato per aver omesso di elencare nella propria dichiarazione dei redditi, vincite derivanti dal gioco su conto estero superiori a 50 mila euro.
I controlli sono scaturiti dallo sviluppo di operazioni per segnalazioni ritenute sospette, pervenute dal sistema nazionale di prevenzione antiriciclaggio.
 Complessivamente, i finanzieri hanno comminato sanzioni amministrative fino a 20 mila euro, e recuperato 64 mila euro di redditi non dichiarati, con applicazione di sanzioni comprese tra il 120% e il 240% dell’imposta evasa, pari ad ulteriori 20 mila euro.
«Nel corso delle indagini – dice il capitano Mario Moscardin – abbiamo selezionato soggetti le cui giocate risultavano sproporzionate, con il profilo reddituale dichiarato, per poi procedere a specifici controlli nei confronti degli esercenti dove risultava acceso il conto-gioco ritenuto sospetto. In base a quanto rilevato siamo intervenuti».

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.