Saluzzo: Davide Masera segretario della Cgil di Cuneo parla degli sviluppi dell’occupazione

Il mondo del lavoro sta mutando

«Il mondo del lavoro sta cambiando ed essendo in continuo sviluppo sarà meglio per tutti i lavoratori evolvere in modo veloce» così condensa il suo punto di vita sul lavoro giovanile il segretario generale della Cgil di Cuneo, Davide Masera.
 Per trasmettere qualcosa ai ragazzi è necessario dare loro un’accurata preparazione alla vita lavorativa, tramite sistemi scolastici all’avanguardia. Da marzo 2020 l’istruzione italiana è stato stravolta, come molti altri settori, dal coronavirus. Se già prima del 2020 il sistema scolastico lasciava a desiderare, la pandemia ha messo in luce l’arretratezza del modello scolastico italiano. In tempo di pandemia si parla molto di studenti svogliati e poco preparati per via della didattica a distanza. La domanda che le famiglie e il mondo  del lavoro si pongono è la stessa: la generazione Dad, sarà pronta ad affrontare il mondo del lavoro? Il sindacalista saluzzese spiega come i nostri giovani diplomati e laureati siano pronti ad entrare nel mondo del lavoro.
Cosa ne pensa dei ragazzi? Secondo lei hanno ancora voglia di “sporcarsi le mani”?
«Domanda complicata. Bisogna tenere conto del sistema scolastico, nonostante ciò hanno voglia ed energia. 
Tutti hanno la possibilità di trovare un lavoro dignitoso, che poi il lavoro è quello che ti dà la dignità. Secondo me i neodiplomati e i neolaureati sono una delle più grandi risorse che non utilizziamo come Paese, meritano il palcoscenico dei grandi».
Ha citato il sistema scolastico, qual è il suo pensiero? Pensa che la didattica a distanza possa essere stata la vera soluzione in tempo di pandemia?
«Penso che la didattica a distanza sia stata una soluzione di emergenza. I lavoratori della scuola hanno cercato di far funzionare questo metodo nel miglior modo possibile, dopo di che non corrisponde a un giusto modello d’insegnamento; gli studenti hanno bisogno del confronto. 
Ad oggi la scuola ha bisogno di mettere in discussione certi metodi, Dad o non Dad».
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.