Bagnolo: Con il porta a porta schizza la percentuale di differenziata

Fototrappole per i furbetti dei rifiuti

Sono oltre sette mesi che è attiva su gran parte del territorio comunale la raccolta rifiuti porta a porta ed i risultati delle statistiche sulla differenziazione, riferite al periodo ottobre 2020 – febbraio 2021, elaborate di recente dal Consorzio Servizi Ecologia ed Ambiente di Saluzzo, gestore del servizio, fanno emergere dei dati più che positivi per il Comune di Bagnolo Piemonte, con un quantitativo di rifiuti indifferenziati che si è dimezzato rispetto ai mesi precedenti ed un aumento della differenziazione dal 50 al 65–70%.
I dati percentuali, sopra riportati, sono anche direttamente collegati alla spesa che il Comune sostiene ogni anno per lo smaltimento tramite il Consorzio e l’aumento della differenziazione comporta di conseguenza una riduzione dei costi del conferimento in discarica, siccome il materiale differenziato viene destinato al riciclo.
A partire dalle prossime settimane inizieranno sul territorio comunale alcuni controlli a campione, nelle microisole presenti nelle zone periferiche e montane del Comune, dove non è praticata la raccolta porta a porta e dove si stanno ultimamente riscontrando problematiche per gli utenti afferenti alle medesime, a causa del conferimento anomalo di rifiuti nei cassonetti a loro riservati, specie in ore notturne, da parte di persone provenienti da altre zone.

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.