Saluzzo: Intervista al Vescovo Cristiano

Le sfide pastorali della diocesi

Con il Convegno pastorale diocesano in programma giovedì 16 e venerdì 17 settembre in Cattedrale, inizia il nuovo anno pastorale. Dopo due anni difficili a causa dell’emergenza Covid-19, abbiamo fatto il punto sui progetti futuri della Chiesa locale con il Vescovo mons. Cristiano Bodo. Progetti, Convegno, Sinodo, Visita pastorale e bilancio dei primi cinque anni di presenza a Saluzzo, i temi trattati.
Il progetto pastorale su che temi si è mosso in questi ormai cinque anni di episcopato tra noi? Ha portato agli obiettivi desiderati? Quali difficoltà ha trovato?
Il progetto pastorale intrapreso in questi anni si prefiggeva due obbiettivi: primariamente la costituzione delle fraternità pastorali, che tecnicamente si sono costituite e che debbono ancora crescere per essere veri luoghi di fraternità; secondariamente, ma non per importanza, intraprendere un percorso sui ministeri laicali, che rappresenteranno l’impegno maggiore dei prossimi anni, con la speranza che possa essere d’aiuto nel rendere le varie realtà ecclesiali partecipate sempre più dai laici.
Ripensando alle difficoltà incontrate, di certo la maggiore è la fatica nel formare una nuova mentalità pastorale, non ripiegata su sé stessa e frutto dell’impegno corale di tutta la comunità.

Il servizio completo sul Corriere in edicola

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.