:

Babà alla cuneese

Quant’è bono lu babà, dicono giustamente i napoletani parlando del loro famoso dolce al rum. Noi, a proposito di prelibatezze col liquore, con i cuneesi ci difendiamo bene, ma ora possiamo gonfiare il petto e proporre la nostra personale versione di “Babà” alla cuneese.
Una versione particolare, si scrive con le due consonanti maiuscole perché racchiude i cognomi di due campionesse dello sport che stanno portando il nome della provincia alla ribalta del mondo. Bassino & Balsamo, appunto “BaBa”.
Marta Bassino, da Borgo San Dalmazzo, interprete dello sci alpino, lo scorso febbraio ai mondiali di Cortina ha vinto il titolo iridato del parallelo e ha conquistato la coppa del mondo di slalom gigante. Elisa Balsamo, nata a Cuneo e vissuta tra Chiusa Pesio, Peveragno e il capoluogo, con salde radici a Piasco paese della mamma e dei nonni materni, sabato scorso ha vinto il titolo mondiale di ciclismo professionistico sul traguardo belga di Leuven.
Vengono entrambe da una lunga gavetta costellata di affermazioni giovanili e sono entrate prepotentemente nel giro azzurro e nell’élite dello sport internazionale a suon di risultati. Due donne accomunate da sport di sacrificio, in cui i risultati si ottengono anche e soprattutto con la forza di volontà, la determinazione. Quella che non manca certo a tanti interpreti dello sport cuneese di discipline della fatica, e per tutti ci piace citare lo scricciolo Stefania Belmondo.
Nell’anno d’oro dello sport italiano, grazie a questo magnifico duo anche noi possiamo sentirci orgogliosi e sbandierare in tutto il mondo il “BaBa” alla cuneese.
lorenzo francesconi

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.