Saluzzo: Comunità resilienti: adattamento, gestione delle risorse e sfide

Le Terre del Monviso alla Biennale di Venezia

La Capitale del Marchesato è alla Biennale di Architettura di Venezia, in programma fino al 21 novembre. Dedicata al tema delle Comunità Resilienti, la Biennale ospita anche Saluzzo e le Terre del Monviso all’interno del Padiglione Italia, come modello di corretta gestione delle risorse idriche ed energetiche.
Comunità resiliente è sinonimo di organismi composti da intrecci polivalenti: di relazioni, risorse, opportunità e prospettive. La resilienza di cui si parla, riguarda in particolar modo la sfida costituita dal cambiamento climatico, sfida che riguarda anche il mondo dell’architettura. Come adattare e trasformare il sistema urbano (e produttivo e agricolo), come farlo funzionare così possa fornire le risposte adeguate ai cambiamenti in atto al giorno d’oggi?
Il progetto, promosso dalla Direzione generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, si basa proprio sull’idea di un’architettura capace di essere il punto di svolta del miglioramento della qualità di vita e della salute.
I progetti di ripopolamento alpino sono l’emblema del riadattamento e della rigenerazione, basati su qualità architettonica, sulla comunità, le tradizioni e il patrimonio identitario, la sostenibilità e la corretta gestione delle risorse del territorio.
«Ci ha affascinato fin da subito – spiega il sindaco di Saluzzo, Mauro Calderoni – l’idea che la nostra città, la sua storia, e le sue peculiarità architettoniche potessero contribuire al dibattito sul futuro dell’organizzazione degli spazi in cui abitare questo nostro Pianeta Terra. Così, abbiamo accolto con grande favore la proposta di partecipare alla Biennale avanzata dall’architetto Di Nardo. Ora tutto il lavoro è in mostra in una città unica come Venezia, e questo non fa che aumentare il valore di questa iniziativa dal punto di vista culturale ed anche simbolico».
Il Padiglione Italia, curato da Alessandro Melis, raccoglie spunti provenienti, oltre che da Saluzzo, da Ancona, Mantova, Modica, Radicondoli, Montebello sul Sangro, Caserta, Prato, Padova, Cagliari, Olbia, Aquileia, dalla Provincia di Varese e dalla Regione Toscana.
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.