Saluzzo: Il Vescovo chiarisce le disposizioni sul suono notturno

Campane: ecco le regole

Sulle pagine del Corriere, qualche mese fa, avevamo anticipato la pubblicazione di un decreto a firma del Vescovo relativo alla regolamentazione del suono delle campane.
Il documento, che reca la data del 24 giugno 2021, di fatto riprende quanto stabilito dalla Conferenza episcopale italiana anni fa, fissando dei criteri sull’uso delle campane per venire incontro alle sempre più frequenti segnalazioni di gente che, risiedendo nei pressi dei campanili, lamenta il disturbo della quiete notturna.
In pratica: le campane potranno suonare normalmente nelle ore diurne, mentre nelle ore notturne dovranno rimanere mute, compresi i rintocchi delle ore.
Il condizionale però è d’obbligo, come chiarisce il Vescovo.
«Occorre fare chiarezza. Il decreto non rappresenta un obbligo e non è una disposizione tassativa alla quale tutte le parrocchie e tutte le chiese si devono attenere. È un documento normativo di riferimento al quale i parroci possono fare ricorso laddove si verifichino situazioni particolari, che richiedano un intervento di silenziamento delle campane. Ma, ripeto, sono casi particolari. Di fatto non è cambiato nulla e resta tutto esattamente come prima. Si fa unicamente ricorso al decreto in talune circostanze particolari» sottolinea mons. Cristiano Bodo.

Articolo completo sul Corriere in edicola

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.