Saluzzo: Riflessioni del direttore della Caritas diocesana

Giornata mondiale dei poveri

In occasione della Giornata mondiale dei poveri, che si celebra domenica 14 novembre, proponiamo alcune riflessioni del direttore della Caritas di Saluzzo Carlo Rubiolo.

Non è certo una ricorrenza da festeggiare, è piuttosto l’occasione, anche per la Caritas saluzzese, per riflettere su quell’aspetto così intollerabile della nostra società che consiste nella contemporanea presenza di ricchezze favolose e povertà disperate per cui qualcuno può soddisfare tutti i propri capricci, anche quello di fare del turismo spaziale, mentre altri sono privi di tutto, anche della speranza nel domani. La piaga della povertà è presente in tutte le società, a tutte le latitudini: è una piaga che gli uomini non sono ancora riusciti a estirpare, non perché sia impossibile, ma perchè manca l’autentica volontà di farlo.
Per chi vive fuori dal bisogno è difficile sentire intimamente la condizione di chi invece deve lottare ogni giorno per garantire per sé e per la propria famiglia la semplice sopravvivenza, ma è a questo intimo sentimento che Papa Francesco vuole spingerci con questa Giornata, superando la tradizionale forma dell’elemosina per giungere alla condivisione personale della sofferenza degli ultimi.

L’articolo completo sul Corriere in edicola

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.