Dronero : Gli studenti alla scoperta dei luoghi dell'eccidio del 2 gennaio 1944

Celebrazioni della Giornata della Memoria

Il Comune, in collaborazione con il gruppo Anpi e le scuole del territorio, ha organizzato una serie di lezioni all’aperto alla scoperta dei luoghi della memoria in occasione della Giornata della Memoria del 27 gennaio. Gli studenti dell’Istituto Comprensivo “G.Giolitti”, dell’Istituto “Virginio-Donadio” e dell’Afp di Dronero, svolgeranno delle attività lungo le vie di Dronero alla scoperta dei luoghi della memoria e delle “pietre d’inciampo”, cinque blocchi di pietra in ricordo dei cinque cittadini di Dronero arrestati durante l’eccidio avvenuto il 2 gennaio 1944. Le pietre sono state posate nel gennaio 2020 nei pressi delle case delle vittime dell’eccidio. I deportati Pietro Allemandi (sindaco di Dronero), Giovanni Lantermino (tipografo), Cristoforo Coalova (collaboratore di Lantermino), Magno Marchiò (industriale) e Giuseppe Lungliengo (cittadino) vennero in seguito spediti al campo di sterminio di Mauthausen dove trovarono tutti la morte.