4 chiacchiere dal barbiere di Danilo Girello

“PER SUONARE BENE LA CHITARRA, OCCORRONO 10 ANNI PER CORDA” (Proverbio spagnolo)

Tutte le volte che sento una chitarra mi pento di non aver avuto il desiderio e la costanza per iniziare un percorso di studio con l’ unico scopo di riuscire a strimpellare indegnamente una canzone di Gianni Morandi. Credo sia il sogno nascosto di ognuno di noi immaginare di essere al mare con l’immancabile falò e di contorno tanta gente in una notte stellata e così come mi suggerisce Dario Littera nel gergo degli insegnanti imbracciare una chitarra da spiaggia!
A maggior ragione il rammarico è ancor più grande da quando ho il piacere di avere come vicino di negozio il laboratorio di liuteria di Giacomo Mensio che realizza le sue creazioni di alto artigianato in vetrina e, complici i muri sottili che ci dividono, mi offre  note di musica live quando è intento a provare gli strumenti.
Proprio lui mi ha raccontato alcune curiosità strettamente collegate al mio lavoro: pare infatti che fosse usanza in Andalusia, terra del flamenco, appendere una chitarra all’interno delle botteghe da barbiere per dare la possibilità di intonare una melodia da parte dell’avventore di turno. Come non ricordare in proposito il binomio “capelli e chitarra” nell’ opera Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini che offre una magnifica rappresentazione del mestiere di Figaro.
Ora, visto che le corde di una chitarra sono sei e se veritiero il detto spagnolo ne occorrono 60 per imparare bene… mi sa che devo fare un corso super accelerato per imparare, vista la mia età!