Saluzzo: Dell’Acli alla Caritas diocesana a favore della manodopera stagionale

Pettorine per i braccianti agricoli

La stagione della raccolta della frutta è alle porte e le Acli pensano ai lavoratori stagionali che saranno impegnati nei campi, offrendo loro 200 pettorine catarifrangenti, indispensabili da indossare su strada, in condizioni di scarsa visibilità.
Le hanno donate alla Caritas diocesana perché si faccia da tramite nella distribuzione ai diretti interessati.
La consegna al direttore della Caritas di Saluzzo, Carlo Rubiolo è stata effettuata martedì mattina 17 maggio nella sede di corso Piemonte, da parte di una delegazione delle Acli provinciali di Cuneo, con il presidente Elio Lingua e i vice, Paolo Giordano e Mariangela Tallone, insieme al presidente di zona delle Acli saluzzesi, Domenico Botto. 
Offerte dalla sede provinciale Acli di Cuneo, le 200 pettorine catarifrangenti verranno donate ai braccianti agricoli stagionali. Una folta schiera di persone che arriva puntualmente ogni anno e si muove spesso a piedi o in bicicletta, specie alle prime ore del giorno e alla sera all’imbrunire.

La notizia completa in edicola sul Corriere di Saluzzo.