Cuneo: Il programma del Raduno nazionale

Bersaglieri: arrivano le frecce tricolori

La città di Cuneo è pronta per ospitare il 69° Raduno nazionale dei bersaglieri, che per la prima volta sfileranno a passo di corsa per le vie della città che ha dato i natali e ha ospitato il 1° Reggimento Bersaglieri.
Sono 69 le fanfare ufficiali dei bersaglieri in Italia e di queste ben 55 saranno ospitate nelle città delle province di Cuneo, Torino e Asti. In piazza Virginio sarà invece allestito Il “Villaggio del bersagliere”, che proporrà stand di prodotti locali e articoli bersagliereschi.
Ecco il programma della manifestazione.
Giovedì 19 maggio - alle ore 21, la Sala San Giovanni del Comune di Cuneo ospiterà l’incontro con Michele D’Andrea, dal titolo “L’inno svelato”, una chiacchierata briosa sul canto degli italiani.
Venerdì 20 maggio - alle ore 8.30, al Monumento al Bersagliere (ex Eliporto) si terrà la cerimonia dell’alza bandiera, mentre alle 9 al Monumento ai Caduti di Cuneo nei Giardini Fresia si porgeranno gli onori ai caduti delle due guerre mondiali. Alle ore 10, il Comune di Cuneo ospiterà la presentazione del Medagliere Nazionale e della Bandiera di Guerra del 11° Reggimento Bersaglieri. Per l'arrivo della 13a tappa del Giro d'Italia 2002, i campioni saranno accolti dalla fanfara dei fanti piumati e il vincitore della tappa sarà insignito del cappello da bersagliere. Alle ore 21, all’ex Foro Boario, andrà in scena il concerto “Penne e Piume in musica”, in cui le fanfare di bersaglieri e alpini di esibiranno collegialmente a dimostrazione del gemellaggio dei due corpi.
Sabato 21 maggio - a partire dalle ore 9, in Piazza Galimberti si potrà ritirare l’annullo postale del francobollo del raduno, mentre alle 10, ci sarà la Santa Messa nel Duomo presieduta dal vescovo mons. Piero Delbosco. Dalle ore 16, nello stadio “Fratelli Paschiero” (corso Monviso), si terrà il Saggio ginnico con dimostrazioni di addestramento e tecniche di combattimento e il passaggio di tre aerei leggeri che segneranno il cielo con il tricolore. Per i più piccoli sarà posizionato un percorso simile a quello dell’addestramento dei bersaglieri. Alle ore 21, all’ex Foro Boario, andrà in scena il Gran Galà di Fanfare dal titolo “La storia siamo noi”, musicato dalla Fanfara di Asti e da altre quattro fanfare che giungeranno da Piazza Galimberti.
Domenica 22 maggio - un’imponente colonna di migliaia di bersaglieri sfilerà da via Roma a corso Nizza attraversando piazza Galimberti al passo dalle travolgenti note delle 55 fanfare presenti. Il culmine si terrà in corso Dante dove è prevista la resa degli onori alle autorità, mentre il deflusso è previsto in piazza Europa. Verso le 12.30, il Comitato organizzatore e il sindaco Federico Borgna consegneranno la “stecca”, strumento simbolico dei raduni nazionali dei bersaglieri, al Comitato Organizzatore e al sindaco di La Spezia, che ospiterà il Raduno 2023. L’evento si concluderà con il passaggio delle Frecce Tricolori che solcheranno per la prima volta il cielo della città di Cuneo.